Zanoni (PD): «Lezioni a distanza, dal Governo un milione per le scuole trevigiane»

Il consigliere regionale: «La Regione metta risorse come ha fatto l’Emilia Romagna: servono tablet e schede prepagate»

«Dal Governo oltre un milione per le scuole trevigiane a sostegno della didattica digitale a distanza, adesso anche la Regione faccia la propria parte per aiutare insegnanti e studenti e stanzi risorse proprie, come accaduto in Emilia Romagna». È la richiesta di Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico che, in una nota, fa sapere di aver ricevuto diverse segnalazioni, specialmente nel Trevigiano e nel Bellunese, di docenti e alunni in difficoltà, soprattutto con le connessioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Lo svolgimento della didattica online non è così automatico, tra linee internet inadeguate e la mole enorme di trasmissione dati che porta all’esaurimento in pochissimo tempo dei giga previsti dai contratti. Molti utenti, infatti, hanno abbonamenti ‘contingentati’ e, oltrepassata la soglia, il costo aggiuntivo a consumo diventa insostenibile. È certo che le lezioni a distanza andranno avanti anche per i prossimi mesi, per cui dobbiamo mettere insegnanti e studenti nelle migliori condizioni possibili. Facendo ognuno la propria parte. Lo Stato ha stanziato 85 milioni, di cui 70 per mettere a disposizione degli studenti meno abbienti dispositivi digitali in comodato d’uso gratuito, ma anche le Regioni devono intervenire. L’Emilia Romagna, per esempio, ha deciso di integrare le risorse governative con un finanziamento di cinque milioni destinati alle scuole affinché possano fornire alle famiglie quanto necessario per la didattica a distanza: pc, tablet e schede prepagate per connettersi a internet. È un segnale concreto di aiuto per non lasciare nessuno indietro - plaude Zanoni - La Regione Veneto, invece, risulta non pervenuta». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento