menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro di Medicina, Papes: «Pronti a vaccinare nelle aziende del Veneto»

Il Gruppo è pronto a scendere in campo con le sue 30 strutture e la Task Force Covid-19: «Se la Regione lo chiederà, pronti anche ad aprire i poliambulatori pe i vaccini ordinaria»

Al termine della prima indagine interna per la raccolta di adesioni da parte di medici e professionisti, sono già un centinaio gli specialisti a dirsi disposti a collaborare con il Gruppo Centro di Medicina per la campagna vaccinale 2021 all’interno delle aziende, secondo gli accordi già presi a livello di associazioni di categoria. Anzi, l’iniziativa è stata colta da molti con spirito di servizio verso il territorio, con  “l’obiettivo di vaccinare più cittadini possibili, nel minore tempo possibile, riducendo le distanze per farlo”. Il Gruppo guidato da Vincenzo Papes, network di strutture private e convenzionate presenti nelle 7 province venete, oltre a Pordenone e Ferrara, si è messo a disposizione delle Associazioni di categoria come partner della campagna di vaccinazione nelle aziende venete ed ora sta scrivendo direttamente anche alle aziende.

“I nostri specialisti sono disponibili a vaccinare nelle aziende, con le nostre 30 strutture venete, e con la nostra task force Covid-19, già operativa per gli screening Covid-19 in tutto il Veneto. Abbiamo già avuto una prima importante adesione e disponibilità a vaccinare, come priorità assoluta per un graduale ma veloce ritorno alla normalità – spiega Vincenzo Papes, Amministratore delegato del Gruppo Centro di medicina – Condividiamo le finalità della campagna di vaccinazione e desideriamo essere parte attiva, al fianco delle aziende, in questo processo di rinnovamento e ripresa”. Nei 12 mesi di pandemia il Gruppo Centro di medicina ha effettuato l’attività territoriale di screening e monitoraggio del Covid-19, effettuando oltre 180 mila test tra tamponi rapidi, tamponi PCR e test sierologici. La gran parte di questi test sono stati realizzati presso le aziende, grazie alla task force Covid-19 creata ad hoc per portare i test in loco presso le sedi produttive, istituzionali e le strutture sportive.

“Abbiamo affiancato aziende di tutte le dimensioni e istituzioni negli ultimi 12 mesi e con loro abbiamo portato avanti seriamente il monitoraggio della popolazione lavorativa, prevenendo tra il personale dipendente l’esplosione di focolai – spiega Vincenzo Papes, AD Gruppo Centro di medicina – La nostra centrale operativa è in grado di coordinare da remoto il personale che deve effettuare l’intervento in loco. Nel periodo di maggior carico è riuscita a gestire una domanda anche di 1.800-2000 tamponi giorno tra Veneto, Emilia e Friuli. Oggi intendiamo mettere questa esperienza a disposizione del piano vaccinale regionale nelle aziende, grazie al supporto di medici e infermieri”.

Come realtà storica della sanità, radicata da 40 anni in Veneto, capillarmente presente sul territorio, Centro di medicina è pronta a vaccinare anche la popolazione. “Se la Regione del Veneto lo chiederà siamo pronti a mettere a disposizione anche il nostro personale e le nostre sedi territoriali per la vaccinazione della popolazione, così come hanno fatto i medici di medicina generale. In gioco c’è l’interesse della salute dei nostri concittadini, in primis, e al tempo stesso della tenuta socio-economica di un tessuto sociale che ha sempre dimostrato stabilità grazie a solidarietà e voglia di fare, ma che ora vacilla di fronte ad una situazione critica così prolungata nel tempo - conclude Vincenzo Papes – Saremo onorati di poter dare slancio alla campagna vaccinale e contribuire a velocizzare il processo di rinascita del nostro territorio”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento