menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto un momento del concorso

In foto un momento del concorso

Oras di Motta, concorso per operatori socio-sanitari: 81 candidati alle prove scritte

Al concorso di selezione hanno presentato domanda 117 candidati, 81 dei quali, superata la selezione iniziale, hanno svolto la prova scritta al Base Hotel di Noventa di Piave

L’Ospedale ad Alta Riabilitazione Oras di Motta di Livenza si prepara al turnover degli operatori socio-sanitari (OSS). Al concorso di selezione indetto per stabilire la graduatoria dei prossimi OSS entranti (per ogni operatore uscente) hanno presentato domanda 117 candidati, 81 dei quali, superata la selezione iniziale, hanno svolto la prova scritta al Base Hotel di Noventa di Piave.

Lo scopo del concorso è di far fronte al turnover degli operatori socio-sanitari, che coinvolge all’incirca 15 unità ogni anno, garantendo uno standard elevato per i servizi medici prestati dall’ospedale di alta specializzazione di Motta. Il direttore sanitario Guido Sattin e la responsabile delle risorse umane del nosocomio, dottoressa Sabrina Matteazzi, hanno sottolineato come: «L’operatore socio-sanitario che affianca l’infermiere ha un ruolo particolarmente importante nella riabilitazione: partecipa ad ogni momento della vita quotidiana del paziente mieloleso, cerebroleso, cardiopatico e fragile e nel rapporto con i suoi familiari». «La giornata di oggi riveste una grande importanza - ha detto il dottor Sattin ai candidati  - non solo per i presenti, ma anche per l’ospedale che ha bisogno di personale preparato e motivato nel prendersi cura del paziente». «In Oras l’umanizzazione e l’attenzione al paziente sono elementi di eccellenza - ha spiegato la dottoressa Matteazzi a margine della prova - e pertanto anche la selezione assume un ruolo strategico nella gestione del personale. Per questo abbiamo riservato così grande attenzione a questo concorso». Infine, anche l’amministratore delegato dell’ospedale, il dottor Francesco Rizzardo, ha espresso la sua soddisfazione nel riscontrare un’adesione così ampia alla selezione: «La presenza di numerosi candidati interessati a lavorare presso Oras, dimostra che l’Ospedale è sempre più affermato e riconosciuto sul territorio, non solo provinciale, ma anche nazionale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento