Covid in Ortopedia, contagiati 6 medici: interventi spostati al Ca' Foncello

Tamponi positivi all'ospedale San Valentino di Montebelluna. A questo punto gli interventi al femore verranno prima dirottati su Treviso e poi, a dicembre, sullo Iov di Castelfranco

Il San Valentino di Montebelluna

Un mini focolaio Covid all'interno del reparto di Ortopedia dell'ospedale San Valentino di Montebelluna. Questo quanto accaduto nelle scorse ore quando ben sei medici su dodici sono stati trovati positivi al tampone per il Coronavirus. Come riporta "il Gazzettino", tutti loro sono stati immediatamente posti in isolamento e, anche per questo, l'Ulss 2 ha dovuto trovare in pochissimo tempo una soluzione alternativa per i futuri interventi chirurgici al femore, chiaramente non più possibile nel nosocomio montebellunese. Per questo motivo, almeno fino al termine di novembre, tali interventi verranno dirottati al Ca' Foncello di Treviso, mentre da dicembre sarà lo Iov di Castelfranco Veneto ad aiutare nella programmazione degli interventi.

Una situazione dunque delicata, anche perché i contagi in Veneto continuano a salire, anche se con un trend leggermente inferiore ai giorni scorsi. Al momento, infatti, il numero dei contagi da Covid-19 in Veneto (da inizio pandemia) è di 124.005. Le persone in isolamento sono ben oltre quota 39 mila, mentre i ricoverati Covid sono 2.255. Inoltre, le Terapie intensive toccano ora quota 287 e sale il numero dei decessi che sono ora 3.236 da inizio pandemia. Infine, i negativizzati sono 47.586.

Guardando invece alla sola Marca trevigiana, ad oggi si contano 12.938 positivi (24.099 da inizio pandemia). Rimangono invece quasi stabili i deceduti (499, +1), mentre 10.662 sono i negativizzati. Per quanto riguarda le terapie intensive Covid, al Ca' Foncello risultano ora ricoverati 17 pazienti in area critica (+1), a Conegliano 3, a Vittorio Veneto 8 e a Montebelluna 6.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

Torna su
TrevisoToday è in caricamento