Centri estivi, 30mila mascherine per i bambini della Marca

I dispositivi, in cotone idrorepellente riutilizzabili dieci volte, realizzati dalla Tessitura Monti di Maserada. Già iniziata la distribuzione da parte della Protezione civile

In foto un momento della presentazione del progetto

Sicure, colorate, trevigiane: sono le 30mila mascherine protettive che saranno a disposizione dei partecipanti dei centri estivi nei 94 Comuni della Marca donate da Assindustria Venetocentro alla conferenza dei sindaci dell’Ulss 2, di cui è presidente il sindaco di Ponte di Piave, Paola Roma, nell’ambito del progetto "Convivium".

L’iniziativa è stata presentata lunedì 6 luglio a Palazzo Giacomelli, sede di rappresentanza dell’associazione, dallo stesso sindaco Paola Roma, da Maria Cristina Piovesana, presidente di Assindustria Venetocentro Imprenditori Padova Treviso, da Mario Conte, sindaco di Treviso e responsabile provinciale della Protezione civile da George Louis Del Re, direttore dei servizi socio-sanitari dell’Ulss 2, Stefano De Rui, direttore del Dipartimento Prevenzione dell’Ulss 2 e da Marco Benincà di Tessitura Monti S.p.A. Si tratta di mascherine in cotone dai colori vivaci, riutilizzabili dieci volte, che garantisce confort e traspirabilità grazie ai trattamenti idrorepellenti a cui viene sottoposto il tessuto, con la protezione delle prime vie respiratorie come previsto dal Ministero della Salute con la circolare del 18 marzo scorso. Sono prodotte dalla tessitura con sede a Maserada sul Piave, storica impresa tessile del territorio che ha recentemente avviata una produzione di dispositivi di protezione. Le mascherine sono già in distribuzione da parte dalla Protezione civile provinciale a tutti i centri estivi attivi nei 94 Comuni della Marca.

«Sono fiera della Conferenza dei sindaci e di tutta una splendida squadra che ha permesso di creare un progetto di comunità per i più piccoli e le loro famiglie - sottolinea Paola Roma - divido la soddisfazione con Lisa Tommasella, presidente del comitato dei sindaci distretto Pieve di Soligo e Annalisa Rampin, presidente del comitato dei sindaci del distretto di Asolo. La squadra si è impreziosita grazie al cuore degli industriali trevigiani e della tessitura Monti, ma voglio anche ricordare il ruolo della Protezione civile indispensabile per la distribuzione». «Assindustria Venetocentro ha aderito volentieri alla proposta del sindaco Paola Roma e della Conferenza dei sindaci dell’Ulss 2 per esprimere la profonda vicinanza delle imprese alla nostra comunità. Ricordo l’importante donazione delle imprese trevigiane e padovane, 1,4 milioni per le Ulss, la Croce Rossa e la Protezione civile, sia per gli interventi di emergenza come pure per progetti di ricerca. Dalla situazione prodotta dalla pandemia siamo stati tutti colpiti - cittadini, Amministrazioni pubbliche, imprese – e solo insieme potremo uscirne, con nuova consapevolezza. Con questa donazione vogliamo essere vicini alle famiglie, e alle generazioni più giovani, perché nei centri estivi possano trovare un’occasione di svago e divertimento in piena sicurezza. E ci sentiamo vicini ai Comuni, alle parrocchie e al volontariato sociale, che in questi mesi difficili hanno rappresentato un insostituibile presidio per la comunità e in particolare per quanti sono più fragili» ha detto Maria Cristina Piovesana, presidente di Assindustria Venetocentro.

«Il progetto Convivium è uno splendido esempio di collaborazione tra le forze in campo impegnate nell'emergenza che ancora stiamo vivendo - ha spiegato Louis Dal Re, Direttore dei servizi socio sanitari dell'Ulss 2 Marca trevigiana - sindaci, Ulss, mondo della scuola, mondo del lavoro, mondo del volontariato tutti con l'unico obiettivo di garantire ai bimbi e alle loro famiglie dei centri estivi in sicurezza e utili per la socialità di tutti». Mario Conte, sindaco di Treviso e responsabile provinciale della Protezione civile conclude con queste parole: «Si tratta di un grandissimo gesto che attesta il grande spirito di collaborazione di Assindustria per la sicurezza dei nostri bambini che, dopo mesi di sacrifici e di sforzi, possono finalmente tornare a socializzare nei centri estivi. E' doveroso anche un grandissimo ringraziamento a tutti i volontari della Protezione Civile che collaboreranno per la distribuzione delle mascherine e il cui lavoro, negli ultimi mesi, è stato fondamentale, così come ringrazio il Presidente della Conferenza dei sindaci di Ulss 2, Paola Roma, per il grande impegno nel progetto Convivium che mette al centro la famiglia e i bambini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento