Salute Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Carenza medici di base, la Conferenza dei sindaci: «Possibili azioni straordinarie»

Per far fronte alla carenza di medici di Medicina generale in provincia di Treviso, sindaci e Ulss 2 si sono riuniti per valutare possibili provvedimenti da attuare dopo l'estate

Medico di base

Venerdì 16 luglio si è tenuta la nuova riunione della Conferenza dei sindaci dell'Ulss 2. Al centro dell'incontro la carenza di medici di Medicina generale, Continuità assistenziale, Pediatria di libera scelta e assistenza medica nei centri servizi.

Sono state condivise le azioni strategiche messe in opera nei quattro distretti socio-sanitari per garantire l'assistenza medica a fronte delle molteplici carenze verificatesi, azioni che hanno riguardato l'aumento dei massimali dei medici ed il reclutamento di numerosi incaricati provvisori, in attesa dell'assegnazione delle zone carenti richieste alla Regione. La Conferenza ha annunciato possibili azioni straordinarie da mettere in pratica con le altre amministrazioni comunali. Tra queste: la revisione degli ambiti territoriali al fine di ampliare l'offerta, la variazione delle modalità di comunicazione con i cittadini in occasione della cessazione dell'attività dei medici/pediatri e il possibile coinvolgimento di altre tipologie contrattuali di medici in questa fase di carenza di medici di medicina generale. A fine agosto ci sarà un nuovo incontro per rifare il punto della situazione e valutare la messa delle misure straordinarie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza medici di base, la Conferenza dei sindaci: «Possibili azioni straordinarie»

TrevisoToday è in caricamento