rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Salute Pieve di Soligo

Sanità: in pensione i primari Lollo, Gattinoni, Possamai e Nardini

Benazzi: “Un sentito ringraziamento per l’apporto che hanno dato alla nostra Azienda”

TREVISO Vanno in pensione quattro primari storici del Distretto Pieve di Soligo dell’Ulss 2: il primo a lasciare l’Azienda sarà, il 30 aprile, Gianpietro Lollo, direttore dell’Unità Operativa di Gastroenterologia. Seguiranno, il 16 maggio, Francesca Gattinoni, primario dell’Unità Operativa di Medicina fisica e riabilitazione e Clemente Possamai, direttore dell’Unità Operativa di Anestesia-Rianimazione del Santa Maria dei Battuti. Chiuderà la serie, il 31 maggio, Stefano Nardini, direttore della Pneumologia dell’ospedale di Vittorio Veneto.  

Gianpietro Lollo: laureato in Medicina e Chirurgia a Padova nel 1978 e specializzato in Chirurgia dell'Apparato Digerente ed Endoscopia Gastroenterologica a Milano nel 1985. Ha partecipato alla stesura di numerose pubblicazioni scientifiche. Direttore dell'Unità Operativa Complessa di Gastroenterologia presso gli Ospedali di Conegliano e Vittorio Veneto dal 2001, ha organizzato il lavoro nelle due sedi ospedaliere armonizzando le risorse disponibili, coinvolgendo tutto il personale nelle due realtà  rotazione. Oltre alla Gastroenterologia Clinica e all'Endoscopia Diagnostica e Terapeutica, ha organizzato gruppi di lavoro con ambulatori dedicati alle patologie digestive, in particolare alle malattie infiammatorie croniche intestinali e allo screening  colo-rettale. Ha instaurato, inoltre, una stretta e continua collaborazione con i reparti di Chirurgia per la diagnosi e cura delle malattie dell'apparato bilio-pancreatico.

Francesca Gattinoni: laureata in Medicina e Chirurgia e specializzata in fisiatria, neurologia e psicoterapia, ha iniziato la sua carriera in ambito riabilitativo a Trieste alla scuola del dr. Di Benedetto, acquisendo esperienza soprattutto nel campo delle disabilità neurologiche e pelviche dell’adulto. Divenuta primario del reparto di Recupero e rieducazione funzionale dell’Ospedale di Vittorio Veneto nel 1998, ha diretto per molti anni il Dipartimento di Riabilitazione dell’ex Ulss 7 dove la sua attività si è rivolta principalmente alla costruzione e al consolidamento di una rete riabilitativa integrata tra l’Ospedale e il Territorio che permettesse una vera continuità assistenziale per il paziente disabile. Accanto all'attività manageriale ha sempre mantenuto uno spazio medico professionale occupandosi per molti anni di rieducazione del pavimento pelvico e di riabilitazione del dolore cronico, con ambulatori dedicati e programmi multidisciplinari diagnostico-terapeutici specifici. Negli ultimi anni ha svolto attività di volontariato per i pazienti affetti da dolore cronico e per gli operatori che se ne occupano nell’Associazione Aha-Il dolore cronico.   

Clemente Possamai: dopo la Laurea in Medicina e Chirurgia a Padova nel 1977 e la Specializzazione in Anestesia e Rianimazione presso l’Università di Verona nel 1980, dal 1979 ha ricoperto il ruolo di Dirigente Medico nel Reparto di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale di Conegliano, diventandone Direttore nel 2002. E’ stato autore e coautore di numerosi articoli, relazioni, abstracts, comunicazioni, focalizzati ad esempio sui sistemi prognostici di sopravvivenza in Terapia Intensiva e sul modo di confrontare i risultati del proprio Ospedale con i Centri di riferimento Internazionali, mediante l’introduzione nel Reparto di Conegliano del Sistema SAPS e, dal 2002, del GiViTi Italiano.  Alcuni articoli sono stati pubblicati su importanti riviste come New England Journal of Medicine, Anaesthesia e Analgesia, Intensive Care Medicine, Journal of Trauma ed  altre. E’ uno dei pochi italiani a cui la European Academy of Anesthesiology (Londra Settembre 2000) ha conferito lo European diploma in anesthesiology and intensive care, che permette di lavorare in tutti gli Ospedali della Comunità Europea.

Stefano Nardini: laureato e specializzato a Padova in Malattie dell’ Apparato Respiratorio e Storia della Medicina, si è perfezionato a Sheffield (Inghilterra), luogo di grandi acciaierie e diffuse malattie polmonari croniche. Ha avuto una lunga carriera all’interno di società scientifiche nazionali e internazionali (interagendo per la tubercolosi con l’Oms, carriera coronata nella Società Italiana di Pneumologia di cui è presidente dal 2017. E’ professore a contratto presso la Facoltà di Economia della Università di Verona ove insegna management pubblico. E’ vicedirettore di una prestigiosa rivista scientifica pneumologica e ha scritto e tradotto libri di medicina respiratoria. Entrato in ospedale a Lamon (BL) a 27 anni e divenuto primario a 43 presso l’ex-Sanatorio di Sondalo in Lombardia, termina la propria carriera professionale nel Servizio Sanitario Nazionale dopo 40 anni di servizio effettivo di cui 22 passati a dirigere la Pneumologia dell’ospedale di Vittorio Veneto. 

Ai quattro dirigenti va il plauso del direttore generale, Francesco Benazzi “per il lungo e qualificato lavoro svolto presso la nostra Azienda. A Lollo, Gattinoni, Possamai e  Nardini va il mio più sentito ringraziamento per la professionalità, la competenza e l’attenzione al paziente che li ha contraddistinti e che ha permesso di raggiungere ottimi risultati alle rispettive Unità Operative. Sono già state avviate le procedure – aggiunge Benazzi  -   per la selezione dei nuovi direttori di Medicina e Neurologia, selezione che contiamo di portare a termine entro giugno. La Regione ci ha, inoltre, già autorizzato la sostituzione dei Primari di Medicina fisica e riabilitazione, Anestesia e Rianimazione e Gastroenterologia per i quali procederemo nel più breve tempo possibile. Il nostro intendimento è di garantire, con il rinnovo delle apicalità, professionalità adeguate, al fine di accrescere ulteriormente gli attuali livelli di eccellenza raggiunti nelle varie specialità”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: in pensione i primari Lollo, Gattinoni, Possamai e Nardini

TrevisoToday è in caricamento