menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale di Vittorio Veneto

L'ospedale di Vittorio Veneto

Vittorio Veneto: il reparto di Oncologia apre le porte alla città

Nella giornata di sabato 12 gennaio saranno davvero numerosi gli eventi in programma a conclusione del progetto “Cur-arti”, promosso dall'Ulss 2 nei luoghi simbolo della città

Un’intera giornata dedicata all’umanizzazione delle cure e al ruolo dell’arte in oncologia: nell’ambito del progetto “Cur-arti” sabato 12 gennaio sono stati programmati numerosi eventi che si svolgeranno a Vittorio Veneto durante l’interno arco della giornata, raggruppati sotto quattro voci: guardare, parlare, ascoltare, immaginare.

Si inizierà alle ore 9 al teatro Da Ponte, con l’esposizione delle decorazioni pittoriche realizzate, per l’unità operativa di Oncologia, dagli studenti del liceo artistico Munari (l’ingresso all’evento è riservato agli studenti). Alle 10.30, invece, passeggiata aperta alla cittadinanza con partenza da piazza Minucci e arrivo all’ospedale di Vittorio Veneto dove sarà premiato il progetto vincitore, tra quelli proposti dal Munari per decorare le stanze dell’Unità Operativa di Oncologia, “Viaggio in Italia”. Alle 17 altro evento pubblico al bar Lux, in viale della Vittoria, dove è stato programmato un thè con discussione sul rapporto di cura nel paziente oncologico. Interverranno il primario dell’unità operativa di Oncologia,  il presidente dell’associazione Altre parole e il liceo Munari. L’ultimo evento della ricca giornata si terrà alle 20.45 al Teatro Da Ponte dove andrà in scena lo spettacolo “La leggenda del pianista sull’oceano”, adattamento di “Novecento” di Alessandro Baricco a cura dell’accademia teatrale Lorenzo Da Ponte, regia di Edoardo Fainello. Costo del biglietto 5 euro che saranno devoluti a favore del progetto.

Il progetto “Cur-arti”, promosso dall’Ulss 2 in collaborazione con il òiceo artistico “Bruno Munari” e con la fondazione “Altre parole”, è nato dalla volontà di rendere più accoglienti i locali che ospitano i malati di tumore in occasione dei loro accessi al nosocomio di Costa per visite e terapie. Nel progetto sono state coinvolte più classi del Munari e diversi indirizzi: terze, quarte e quinte di Arti figurative-pittura si sono occupate della progettazione e dell’esecuzione delle decorazioni, la classe 5^B di architettura dei rilievi architettonici, le classi 4D e 5D di grafica della comunicazione degli eventi correlati al progetto (locandina, catalogo) e della documentazione fotografica delle opere, le classi di audiovisivo multimediale delle riprese degli eventi stessi. Da settembre 2017 a gennaio 2018 si è conclusa la prima fase di progettazione e a febbraio una commissione composta da operatori ospedalieri e dalla prof.ssa Lorena Gava, storica dell’arte, ha scelto all’unanimità il progetto di quattro studenti dell’attuale 5^F, dal titolo “Viaggio in Italia”. Conclusa l’esecuzione delle opere, è stata programmata per sabato l’interessante giornata conclusiva cui farà seguito l’installazione nei corridoi dell’Oncologia del nosocomio di Costa delle quattordici “finestre” che apriranno il reparto alla bellezza del paesaggio italiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento