rotate-mobile
Salute Valdobbiadene

Covid, tutto pronto al Guicciardini: attesa per giovedì la riapertura

Il sindaco Luciano Fregonese: «Per ora apriremo due piani per 60 posti letto complessivi. Al momento, però, l'Ulss 2 sta ancora cercando di completare il personale medico»

«Per ora apriremo due piani per 60 posti letto complessivi. Al momento, però, l'Ulss 2 sta ancora cercando di completare il personale medico, ma per i prossimi giorni dovremmo essere tutti a regime». A raccontarlo ai nostri microfoni è Luciano Fregonese, sindaco di Valdobbiadene, che nella giornata di lunedì ha ricevuto ufficiale comunicazione da parte dell'Ulss 2 in merito alla prossima riapertura dell'ospedale Guicciardini. Il nosocomio cittadino, infatti, nei prossimi giorni riprenderà servizio come Covid-Hospital per la Marca trevigiana a seguito dell'aumento dei contagi in tutto il Veneto. 

«Da giovedì avremo attivi solo due dei sei piani rimessi "a nuovo" la scorsa primavera, per un totale di 30 posti letto già pronti in entrambi i piani. Entrambi verranno riempiti progressivamente, ma molto probabilmente un reparto verrà già riempito nei prossimi giorni - continua Fregonese - Al momento, però, il problema è che ora abbiamo a disposizione solo 12 infermieri, oltre agli Oss, il che vuol dire disponibilità solo per un piano. L'azienda sanitaria sta dunque cercando ulteriore personale ma siamo stati rassicurati che non ci saranno criticità. Inoltre, la Regione ci ha chiesto di avere in ospedale un presidio fisso dei vigili del fuoco, i quali saranno coaudiuvati anche da volontari e dalla protezione civile. A questo punto possiamo dire di essere pronti per andare a supporto degli altri ospedali della provincia, ormai in zona critica per quanto riguarda i posti letto occupati da pazienti Covid e non solo. A Valdobbiadene non avremo però terapie intensive, ma solo postazioni ossigenate, ma questo permetterà comunque di dare continuità a tutti gli altri servizi ospedalieri» conclude il sindaco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, tutto pronto al Guicciardini: attesa per giovedì la riapertura

TrevisoToday è in caricamento