menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dodici defibrillatori automatici al servizio dei cittadini: Treviso diventa "Cardioprotetta"

Dodici defibrillatori automatici esterni saranno collocati in altrettante zone del centro. Ma il progetto si allargherà presto a tutti i quartieri del capoluogo grazie all'aiuto dell'Ulss2

TREVISO Con l'installazione della teca termoregolata e del primo defibrillatore in viale Cadorna, è iniziato nelle scorse ore il progetto Treviso città cardioprotetta, promosso dall'assessorato alla cura e benessere della persona del Comune di Treviso e dall'azienda sanitaria Ulss 2.

Entro una decina di giorni, saranno posizionati in città anche gli undici restanti defibrillatori automatici esterni in altrettante zone strategiche del centro storico e della prima cintura urbana, più precisamente in: Borgo Cavour, Via Roma, Piazza Borsa, Piazza Duomo, Piazza dei Signori, Piazza San Vito, Piazza S. Maria dei Battuti, Borgo Mazzini, Piazza San Parisio, Piazza S. Maria Maggiore e Piazza delle Istituzioni. A seguire, i defibrillatori verranno distribuiti anche negli altri quartieri della città.

Il progetto ha lo scopo di salvaguardare la salute dei cittadini e dei turisti, con particolare attenzione a chi pratica un'attività sportiva non agonistica o amatoriale in grado di interessare l’attività cardiovascolare. L'iniziativa è la prosecuzione di un processo di tutela della salute avviato già nel corso del 2015. In questi anni sono stati dotati di defibrillatori prima tutti gli edifici comunali, poi le palestre e gli impianti sportivi del territorio. Nel 2016 si è raggiunta la copertura totale degli impianti/palestre cittadini (ventisei i defibrillatori installati, tutti a cura del Comune), e le Società sportive sono state formate gratuitamente per l’addestramento all'uso dei defibrillatori automatici grazie ai corsi organizzati con la collaborazione di con l’Ulss 2 e Treviso Emergenza. Con l'installazione dei dodici defibrillatori in centro storico, si va a completare una vera e propria rete per la salute pubblica dei cittadini e dei visitatori della città. Chiunque rilevasse situazioni di particolare emergenza o pericolo, dovrà innanzi tutto chiamare il 118 Treviso Emergenza, potendo poi prestare un primo soccorso, seguendo le istruzioni sul display del DAE. I Defibrillatori Automatici Esterni sono forniti in comodato d'uso gratuito con durata perenne dall'ULSS 2 della Marca Trevigiana, mentre il Comune ha provveduto all'acquisto delle teche termoregolate in cui si potranno trovare i defibrillatori sparsi per la città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tangenziale di Treviso: in arrivo due nuovi Targa System

Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Scuola elementare "Ancillotto": «In isolamento tutte le classi»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento