rotate-mobile
Salute

Diagnosi precoce del tumore al collo, via allo screening gratuito

I cittadini residenti nella Marca che presentano problematiche di tumefazione o gonfiore del collo potranno recarsi il 23 novembre, previa prenotazione a Montebelluna e Vittorio Veneto e con accesso diretto a Treviso

In occasione della Giornata nazionale di prevenzione dedicata alla diagnosi precoce dei tumori del collo, prevista per il 23 novembre, i reparti di otorinolaringoiatria dell’Ulss 2 si rendono disponibili a effettuare gratuitamente visite di screening. I cittadini residenti nella Marca che presentano problematiche di tumefazione o gonfiore del collo potranno recarsi il 23 novembre, previa prenotazione a Montebelluna e Vittorio Veneto e con accesso diretto a Treviso, nelle seguenti sedi:

- ospedale di Montebelluna: le visite vanno prenotate telefonicamente allo 0423 611011, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 18.00. Saranno effettuate presso l'ambulatorio Orl, situato al terzo piano del corpo B (presso il reparto di Day Surgery). Negli spazi dell'ospedale saranno affissi cartelli pubblicitari e sarà organizzato il percorso per raggiungere l'ambulatorio dedicato.

- ospedale di Vittorio Veneto: le visite vanno prenotate telefonicamente allo 0438 665231, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 18.00. Le visite saranno effettuate in Piastra ambulatoriale.

- ospedale di Treviso: le visite verranno effettuate, con accesso diretto, dalle ore 08.30 alle ore 13.30 negli ambulatori Orl-Day hospital senza appuntamento né impegnativa (portare solo eventuale documentazione precedente).

La Giornata nazionale di prevenzione dei tumori del collo è indetta dalla Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico Facciale, SIOeChCF, alla luce dei dati che evidenziano che i tumori della testa e del collo sono il settimo cancro più comune in Europa con oltre 150.000 nuovi casi diagnosticati nel 2012.

In Italia questo tipo di tumori rappresenta il 3% di tutti i tumori con un’incidenza di 18 nuovi casi l’anno ogni 100 mila abitanti e una tendenza in incremento. Per queste patologie, infatti, si prevedono circa 9.500 nuovi casi e 4.500 decessi l’anno con una frequenza media tre volte superiore nei maschi rispetto alle femmine e un’incidenza che aumenta progressivamente con l’età a partire dai 50 anni. Nonostante la sua gravità e la crescente diffusione c’è poca consapevolezza sociale del cancro della testa e del collo e i risultati di cura sono ancora insoddisfacenti malgrado gli importanti sviluppi nelle tecniche di diagnosi e cura che si sono avuti nell’ultimo decennio. La comparsa di una tumefazione del collo, senza altri disturbi, in un adulto, può essere la prima manifestazione di un tumore della testa e del collo e costituire l’unica spia di un carcinoma del naso o della gola, di un linfoma, di un tumore tiroideo o di un tumore delle ghiandole salivari. La diagnosi tempestiva di una metastasi cervicale è raccomandata perché il ritardo peggiora lo stadio e la prognosi della malattia.

Per maggiori informazioni e contatti www.sioechcf.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diagnosi precoce del tumore al collo, via allo screening gratuito

TrevisoToday è in caricamento