rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Salute Farra di Soligo / Via San Gallo

Tute bioniche per vivere come gli anziani: se ne parla al Bon Bozzolla

Venerdì 18 ottobre alle ore 17 il secondo incontro del ciclo “Anziani 2.0 – Nuove tecnologie a servizio degli anziani, del lavoro di cura e assistenza e della relazione”

Come ci si sente nei panni di un 75enne? La tuta bionica, nello specifico un esoscheletro hitech di ultima generazione, è in grado di ricreare le limitazioni dovute all’avanzare dell’età, coinvolgendo muscoli, udito e vista. L’uso della tuta bionica permette dunque di sperimentare in prima persona le difficoltà che gli anziani incontrano quotidianamente e che spesso funzionano da freno nella relazione stessa con i familiari e il mondo circostante in generale.

In occasione del ciclo di eventi “Anziani 2.0 - Nuove tecnologie a servizio degli anziani, del lavoro di cura e assistenza e della relazione”, l’Ente di via San Gallo propone un incontro dal titolo “Viaggiando nella Terza Età”, in programma per venerdì 18 ottobre alle ore 17 in Istituto, dedicato in particolare ai familiari e allargato a tutta la comunità, durante il quale sarà possibile sperimentare la tuta bionica e condividere sensazioni, paure e domande, con il supporto e il coordinamento degli psicologi Martina Della Giustina e Giuliano Dal Pos. L’appuntamento rientra nel più ampio progetto: “Parliamone: i nostri cari nei Centri di Servizio” che, facendo tesoro della precedente esperienza del Gruppo di Auto-Mutuo-Aiuto, il Bon Bozzolla ha attivato da due anni, ispirandosi alla formula dei Cafè Alzheimer nati in nord Europa ma sempre più diffusi e conosciuti anche sul territorio nazionale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tute bioniche per vivere come gli anziani: se ne parla al Bon Bozzolla

TrevisoToday è in caricamento