Giovedì, 17 Giugno 2021
TrevisoToday

Dal Sardegna mondiale scatta il cirt di Sandrin

Il pilota di Povegliano sarà al via dell'appuntamento isolano, valido anche per il Campionato Italiano Rally Terra, ad una decina di anni dalla sua ultima apparizione qui.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Correva il 2010 quando Andrea Sandrin, su una Renault Clio Super 1600, faceva suo il due ruote motrici, primo di classe A6 e decimo assoluto, in un Rally Italia Sardegna valevole anche per il Trofeo Rally Terra e, a distanza di undici anni da quel successo, il pilota di Povegliano tornerà a calcare il palcoscenico più blasonato del nostro stivale, dove si daranno appuntamento anche i protagonisti del FIA World Rally Championship. Il prossimo fine settimana infatti il portacolori di Hawk Racing Club tornerà alla guida della Ford Fiesta R5 di Ferrari Motor Team, con la quale si è già visto in azione nel precedente Rally Adriatico, dando inizio ufficiale ad un cammino che lo vedrà impegnato nel Campionato Italiano Rally Terra, massima serie a livello nazionale per gli amanti dei fondi a scarsa aderenza. “Ufficialmente sono dieci anni che non corro in Sardegna” – racconta Sandrin – “perchè l'ultima volta fu nel 2011, con una Citroen DS3 R3, ma non andò bene perchè ci ritirammo a poche prove dal termine, per un guasto meccanico. Dell'anno prima invece, il 2010, ho un bellissimo ricordo perchè vincemmo il due ruote motrici, primi di classe A6 e decimi assoluti. Un ricordo molto bello e che conservo con cura. Abbiamo deciso di partire da questo impegno, iscrivendoci ufficialmente al CIRT, dopo un buon ritorno sulla terra all'Adriatico. Pur correndo nell'evento riservato al tricolore terra saremo sempre nel contesto del mondiale rally e, per i nostri partners e per tutti quelli che ci sostengono, sarà una vetrina decisamente importante.” Una Sardegna che entrerà anche all'interno dell'abitacolo di Sandrin, affiancato nell'occasione da Marco Corda alle note, navigatore proveniente dalla città di Olbia, sede della partenza. “Era da tanto tempo che cercavamo l'occasione per correre assieme” – sottolinea Sandrin – “e quale migliore se non quella della gara di casa di Marco? È una soddisfazione correrci assieme e mi ha anche dato un grande supporto in questa partecipazione. È un grande regalo che mi ha fatto e ci auguriamo di poter disputare una bella gara. Siamo pronti per iniziare questa sfida.” L'appuntamento con il Rally Italia Sardegna, in chiave CIRT, conterà su quattro prove speciali, due da ripetere nella sola giornata di Venerdì 4 Giugno, caratterizzate da un chilometraggio importante: “Filigosu - Sa Conchedda” (22,29 km) e “Terranova” (14,36 km). Al fine di prepararsi al meglio Sandrin affronterà, Mercoledì prossimo, una sessione di test che gli permetterà di prendere confidenza con un terreno molto insidioso, ricco di pietre sporgenti. “Mercoledì cercheremo di prepararci al meglio” – conclude Sandrin – “perchè, con sole quattro speciali, basterà una foratura per compromettere la prestazione. I sassi qui sono sempre molto pronunciati ed è facile forare o prendere colpi pesanti sulla vettura. Ci auguriamo di portare a termine la gara e di accumulare qualche punticino utile per il nostro campionato italiano terra.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Sardegna mondiale scatta il cirt di Sandrin

TrevisoToday è in caricamento