Asili: «Impensabile un’apertura generalizzata e indiscriminata»

Marta Casarin della segreteria provinciale della Fp Cgil di Treviso chiede una fase graduale di sperimentazione prima di arrivare a pieno regime l'attività scolastica

«Impensabile una riapertura generalizzata e a pieno regime dei nidi e delle scuole dell’infanzia, scaricando rischi e responsabilità su enti gestori, lavoratori e famiglie». Marta Casarin della segreteria provinciale della Fp Cgil di Treviso, si dice contraria al provvedimento regionale che prevede la conclusione del lockdown per asili e centri estivi dal 3 giugno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il virus non è debellato, è ancora in circolo e dobbiamo essere cauti. Aprire in maniera indiscriminata è una follia - afferma Marta Casarin -, non si considera nessun elemento di cautela che in un ambito così particolare va assolutamente posto. La Regione Veneto non può, ancora una volta e come spesso accade quando incombenze e colpe ricadono su altri, lavarsene le mani e dare il liberi tutti. Per non scaricare rischi e responsabilità in capo agli enti gestori dei nidi, delle scuole dell’infanzia e delle primarie - spiega Casarin - serve per i prossimi mesi una certa gradualità, magari anche in termini di ore di riapertura giornaliera, e - anche alla luce della varietà delle strutture del nostro territorio - una fase di sperimentazione per riorganizzare l’attività secondo i criteri e i protocolli di sicurezza, a garanzia della salute dei piccoli, delle loro famiglie e dei lavoratori. Solo un processo ponderato, organizzato e mosso dal senso di responsabilità potrà mettere nidi e scuole dell’infanzia, nonché i lavoratori, nelle condizioni di operare al meglio e le nostre famiglie di vivere il passaggio in serenità» conclude Casarin.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento