menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il momento della donazione

Il momento della donazione

Banca Prealpi SanBiagio dona un pianoforte a coda alla scuola di Follina

Il regalo è avvenuto alla memoria del maestro Carlo Rebeschini con l'obiettivo di dotare di uno strumento musicale il nuovo indirizzo musicale dell'istituto

Si è svolto nei giorni scorsi, nell’Aula di musica della scuola media di Follina, un incontro per dedicare il nuovo pianoforte a coda alla memoria del maestro Carlo Rebeschini. Il pianoforte è stato interamente donato all’istituzione scolastica da Banca Prealpi SanBiagio, lo storico Istituto di credito cooperativo con sede a Tarzo, nel cuore delle Prealpi trevigiane. L’ufficializzazione di questa sensibilità è avvenuta nel corso di un incontro al quale hanno presenziato, nel rispetto delle norme anti-Covid, i familiari di Carlo Rebeschini, il dirigente scolastico Alessandro Pettenà dell’Istituto Comprensivo di Follina e Tarzo, Carlo Antiga, Presidente di Banca Prealpi SanBiagio e l’Onorevole Angela Colmellere.

“Carlo aveva un’attenzione particolare per i giovani che si avvicinavano alla musica, era contento e si emozionava quando sentiva cantare e suonare i ragazzi – ha ricordato il maestro Paolo Vian, docente di musica all’Istituto di Follina e Tarzo e amico di Rebeschini –Grazie a lui, gli alunni della scuola media di Miane e Follina hanno avuto la fortuna e il piacere di suonare insieme a orchestre meravigliose. Lui stesso si è reso disponibile ad accompagnare le loro esecuzioni, suonando il basso, affrontando questo compito con grande umiltà e nello stesso tempo con la stessa bravura e determinazione necessarie per dirigere coro e orchestra nei grandi capolavori di Bach, Haendel, Haydn, Mozart, Viezzer e molti altri”. “Il pianoforte a coda che abbiamo individuato e proposto all’acquisto – ha spiegato il Dirigente scolastico Alessandro Pettenà – è usato, ma si trova in un ottimo stato, quindi abbiamo agito in un'ottica di efficienza ed efficacia, con l’obiettivo di fornire all’Istituto un simbolo duraturo di questa nuova avventura, uno strumento musicale che caratterizzi il nuovo indirizzo musicale”.

“La musica è uno strumento essenziale per la crescita intellettuale e spirituale dei nostri giovani – ha dichiarato Carlo Antiga, Presidente di Banca Prealpi SanBiagio – Per questo il nostro Istituto di credito, fedele ai principi di cooperazione e mutualismo che da sempre lo animano, ha deciso di raccogliere la richiesta dell’Istituto Comprensivo di Follina e Tarzo, erogando il contributo economico per l’acquisto del pianoforte e sposando in pieno lo spirito di questa iniziativa. Essere accanto alle scuole e ai giovani a livello territoriale significa scommettere sul futuro delle nostre comunità: oggi più che mai è necessario guardare avanti, investendo nell’educazione, nella formazione e, in definitiva, nella crescita sociale di tutto il territorio”. Anche l’onorevole Angela Colmellere ha espresso la propria gioia “per l’avvio dell’Indirizzo Musicale e per il dono del pianoforte. La musica è ritmo e il ritmo è vita. L’arte di Carlo Rebeschini deve essere ricordata perché alimenta la passione dei giovani per la musica e l’amore per la vita”.

Proprio da quest’anno scolastico 2020/2021 l’Istituto Comprensivo di Follina e Tarzo ha attivo l’indirizzo musicale nel plesso di Follina. È un risultato storico, importante, inseguito da molti anni anche dai precedenti Dirigenti scolastici che si sono succeduti negli anni. Questo ampliamento dell’offerta formativa valorizza fortemente il territorio, dando l’opportunità di studiare uno strumento musicale a tutti gli alunni, compresi quelli che non hanno scelto l’Indirizzo Musicale, grazie all’attivazione nelle sezioni ordinarie di Miane e Tarzo di corsi musicali aggiuntivi pomeridiani. Durante un pomeriggio alla settimana, per la durata di un’ora circa, gli alunni, su base volontaria e in modo completamente gratuito, possono così imparare a suonare le percussioni, la chitarra, il pianoforte, il flauto traverso e il clarinetto.

"Follina dove l’acqua si fa musica", una unione felice che accomuna la comunità di Follina, Miane e Cison di Valmarino e che caratterizza marcatamente il territorio. La musica, una passione, un sentire legato alla tradizione che si è distinto nei secoli e che ha portato al raggiungimento di prestigiosi riconoscimenti e alla valorizzazione di talenti come il maestro Carlo Rebeschini, il Coro Montecimon di Miane, la Banda musicale di Follina, il Centro studi G.J. Antiga di Miane. Tenendo in forte considerazione la storia del territorio, si coglie l’occasione per ricordare che questa offerta formativa è dunque coerente con l’identità e la passione per la musica che contraddistingue la comunità e la valorizza, dando merito ai talenti e alle realtà musicali presenti. A gennaio 2021 inizieranno le iscrizioni alle scuole Primarie e Secondarie di primo grado di tutto il territorio “e sono certo che offrire la possibilità di studiare musica gratuitamente il pomeriggio sia un’opportunità importante e senz’altro apprezzata dalle famiglie che sapranno tenere in giusta considerazione nel momento di scegliere in quale scuola iscrivere i propri figli” chiude il Dirigente Alessandro Pettenà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento