Classi in esubero, al via la ricerca delle aule per il nuovo anno scolastico

Il Comune di Mogliano Veneto si è già attivato per creare il minor numero di disagi a studenti e famiglie. Il sindaco Davide Bortolato: «Situazione difficile ma saremo pronti per la ripresa»

Appuntamenti quotidiani, sopralluoghi e tavoli di concertazione: l'amministrazione comunale di Mogliano è pronta a dare il via ai lavori di adeguamento e all'eventuale ricollocamento delle classi per l’anno scolastico 2020/2021.

Mentre i dirigenti scolastici eseguono ispezioni scrupolose, di concerto con l'ufficio Lavori pubblici, per intervenire sui lavori di adeguamento dettati dalle linee guida sul contenimento del contagio da Covid-19 emanati da Ministero e Regione Veneto, la politica si sta fattivamente interessando per il reperimento di locali idonei a ospitare le pochissime classi che, secondo le normative, vantano un esubero di ragazzi e che dovranno essere dislocate. Forti della disponibilità di alcune associazioni del territorio, la garanzia che si cerca - e sicuramente si perseguirà - è quella di creare meno disagi possibili ai ragazzi e alle famiglie: una volta definiti assetto logistico e orari, il Comune si attiverà per garantire i servizi di trasporto scolastico e il servizio mensa con i concessionari, già preallertati. Obiettivo imprescindibile è la sicurezza di tutti i ragazzi e di tutto il personale scolastico, al fine di garantire il prosieguo fattivo e concreto delle attività didattiche, per arginare l’anno di grandissima difficoltà che ci stiamo lasciando alle spalle e che i ragazzi moglianesi hanno dovuto vivere, anche se affiancati e supportati dalla grande professionalità di maestri e professori, fin da subito attivi nell’offrire lezioni a distanza. Il Comune di Mogliano, a differenza di tanti altri, è riuscito a rientrare nei bandi volti a ottenere fondi ministeriali per l’adeguamento delle strutture scolastiche. La spesa sarà quindi sostenuta in base alle necessità evidenziate nei sopralluoghi da dirigenti scolastici e dall'ufficio Lavori pubblici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La situazione è sicuramente difficile e gravosa ma, grazie alla preziosa sinergia creatasi tra gli uffici comunali e gli istituti scolastici, siamo certi che l’anno scolastico possa iniziare senza intoppi e nel massimo rispetto delle linee ministeriali per la prevenzione della diffusione del Covid. Ci auguriamo che questa enorme fatica non venga però vanificata dalla mancata dotazione di ulteriore organico che le scuole hanno richiesto al Ministero - dichiara il Sindaco Davide Bortolato - Nessuna inefficienza da parte del Comune, niente viene lasciato al caso - dichiara l’Assessore alla Scuola Martina Cocito - lo dico per tranquillizzare i ragazzi e i genitori. L’impegno è massimo sia da parte nostra sia da parte dei dirigenti scolastici con cui quotidianamente lavoriamo per garantire un avvio sereno del nuovo anno scolastico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento