Dislessia, avviato progetto europeo alla Nostra Famiglia

Appuntamento 11 e 12 novembre a Conegliano

Il progetto

L’educazione inclusiva di bambini dislessici in età scolare è un tema particolarmente importante e molto dibattuto, che coinvolge le famiglie, tutte le istituzioni che sono deputate alla crescita dei bambini e ragazzi. A tal fine l’Associazione La Nostra Famiglia partecipa ad un progetto europeo per la promozione dell'apprendimento inclusivo per i bambini con dislessia con l’obiettivo di realizzare strumenti e linee guida di realtà virtuale e realtà aumentata per individuare ed offrire risorse che consentano il rafforzamento della motivazione e della qualità dell'apprendimento nei bambini stessi. Un importante appuntamento con i partners europei del gruppo di lavoro si terrà l’11 e 12 novembre presso il Polo di Conegliano-Pieve di Soligo durante il quale si farà il punto sullo stato del progetto.

Infatti l’IRCCS Medea – Associazione La Nostra Famiglia – Polo di Conegliano-Pieve di Soligo ha avviato recentemente il progetto Erasmus Plus - Azione Chiave 2 Partenariati Strategici - Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche-, denominato “FORDYS-VAR – Promozione dell'apprendimento inclusivo per i bambini con dislessia in Europa con strumenti e linee guida di realtà virtuale (VR) e realtà aumentata (AR) di facile utilizzo ". L'IRCCS Medea, che é oggi l'unico Istituto Scientifico italiano riconosciuto per la ricerca e la riabilitazione nello specifico ambito dell'età evolutiva, intende, tramite FORDYS-VAR, contribuire all’educazione inclusiva di bambini dislessici in età scolare (10-16 anni) utilizzando la Realtà Virtuale (VR) e la Realtà Aumentata (AR): attraverso la tecnologia ci si propone di ottenere un immediato feedback atto a migliorare le capacità visive e la memoria.

Il progetto viene finanziato dall’Unione Europea, é diretto dall’Università di Burgos, (Spagna) e vede la collaborazione anche dell’Associazione di Bambini Dislessici di Bucarest (Romania) e di Arsoft, PMI spagnola specializzata nella realizzazione di soluzioni in Realtà Aumentata. I principali gruppi target del progetto sono bambini con dislessia, che saranno anche gli utenti finali dei materiali sviluppati in VR e AR, ma anche educatori, psicologi, associazioni, famiglie di soggetti dislessici, istituzioni. Dal progetto scaturiranno tre risultati intellettuali: un toolkit comprendente il software per l'integrazione di VR e AR in ambito educativo e in contesti pedagogici per bambini in età scolare con dislessia; un eBook contenente linee guida e best practice sulla dislessia e sul ruolo della tecnologia educativa, nonché diversi approcci attuati nell'UE; un White Paper per l’ideazione di politiche educative nazionali per i bambini con dislessia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento