Conservatorio Steffani: ripartono le lezioni in aula

Da lunedì 8 giugno l'istituto musicale di Castelfranco Veneto riprenderà la didattica nelle sue tre sedi con dieci docenti pronti a tenere lezioni individuali in vista dei diplomi

«Ritenevo possibile completare i corsi in presenza, con 10 docenti al giorno distribuiti nelle 3 sedi del Conservatorio Steffani. Oggi il Ministero ci dà ragione». Il direttore Stefano Canazza annuncia con queste parole la ripresa delle lezioni per l'istituto castellano.

Già arrivati i plexiglass e i dispositivi di protezione individuale (mascherine chirurgiche, mascherine FFP2-FFP3) , prodotti di igienizzazione (gel), per la pulizia e sanificazione degli ambienti. Non solo, gli esami di diploma a luglio si terranno al Teatro Accademico per garantire il distanziamento sociale. Il Conservatorio Agostino Steffani è pronto a riaprire alle lezioni individuali l'8 giugno. «Così possiamo completare i corsi che ora sono sul web con le lezioni individuale di strumento in aula» annuncia il direttore Stefano Canazza. Lunedì prossimo 10 docenti varcheranno la soglia delle 3 sedi del conservatorio. E lo faranno anche gli allievi, con un fiscalissimo calendario di lezioni. Nessuna sovrapposizione, lezioni individuali e di quartetto. 5 al massimo, insegnante incluso.

immagine (5)-2-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Per gli strumenti ad arco la distanza è di un metro, gli insegnanti avranno mascherine chirurgiche fornite dall'istituto. Per i cantanti e gli strumenti a fiato la procedura è più complicata. Dobbiamo assolutamente limitare l'area dei droplet, per cui abbiamo previsto 2 metri di distanza tra allievo e insegnante: lo studente sarà protetto da un maxi leggio in plexiglass mentre insegnante e accompagnatore indosseranno, oltre alle mascherine ffp2, anche la visiera. Oltre agli accessi calendarizzati sono state riaperte le aule studio limitatamente ad organo, arpa, percussioni, cembalo e musica elettronica. L'uso degli spazi comuni è interdetto mentre i bagni sono regolati da accesso con chiave e sanificazione dopo ogni utilizzo. Anche per le lezioni di strumenti a fiato, pianoforte e canto si procederà alla sanificazione del plexiglass, della tastiera e all'apertura delle finestre dopo ogni lezione. Con le distanze amplificate e tutte le necessarie precauzioni siamo davvero felici di poter riprendere le lezioni fisiche- conclude il direttore - abbiamo realizzato dei piccoli percorsi per gli insegnanti per capire come dovranno regolarsi nella didattica in presenza, ma siamo sicuri che quello di lunedì prossimo sarà un nuovo inizio per noi. C'è grande entusiasmo sia tra i docenti sia tra gli studenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento