rotate-mobile
Scuola Roncade

Scuole paritarie e famiglia: «Roncade stanzia 180mila euro»

L’assessore Moro: «Abbiamo previsto un contributo di 750 euro per ogni alunno delle paritarie dell'infanzia oltre ad un fondo ad hoc per sostenere gli studenti con disabilità o particolari esigenze formative»

Scuole d’infanzia paritarie e più accessibilità ai servizi legati alla primissima infanzia per le famiglie, anche grazie ad un costante dialogo con la Federazione italiana scuole materne.

I contributi

Il Comune di Roncade ha rinnovato in questi giorni le convenzioni per l'erogazione di contributi agli iscritti delle scuole "Nobile Morosini" di Biancade e dell'asilo infantile "Vittoria" di Roncade per l’anno scolastico 2022/2023. A bilancio oltre 120mila euro che si traducono in un contributo di 750 euro per ciascun bambino iscritto e frequentante le scuole. Un importante investimento che mira anche a sostenere gli alunni con disabilità o particolari esigenze formative. Inoltre un ulteriore fondo di circa 60mila euro (di cui 38mila frutto di un contributo statale per il sostegno alla frequenza dei nidi integrati nella fascia d’età 0-3) è stato stanziato dal Comune per erogare voucher per la frequenza dei servizi educativi alla prima infanzia a favore di nuclei familiari residenti nel Comune, con l’obiettivo di contribuire all’abbattimento dei costi della retta mensile ai nidi. L’importo erogabile del voucher una tantum è stato stabilito in un minimo di 700 euro fino ad un massimo di 1.300.

I commenti

«Con questo stanziamento dimostriamo, ancora una volta, il costante contributo finanziario che il Comune offre alle famiglie roncadesi come sostegno alla genitorialità - sottolinea Pieranna Zottarelli, sindaco di Roncade -, riconoscendo la specificità ed il fondamentale ruolo nell’educazione dei bambini svolto dalle scuole paritarie. Per questo siamo loro particolarmente vicini, anche dal punto di vista finanziario, andando di fatto a sostituirci allo Stato che eroga verso questi istituti somme nettamente inferiori rispetto a quelle investite nelle scuole statali. In questo modo andiamo incontro non solo alle paritarie, ma anche ai genitori e ai bambini, soprattutto quelli più fragili che altrimenti non potrebbero usufruire di servizi indispensabili per la loro crescita».

«L’assistenza alle famiglie della paritarie è per noi un impegno fondamentale - aggiunge l’assessore all’istruzione Viviane Moro -, soprattutto se consideriamo che il sostegno alla natalità parte proprio dal rafforzamento dei servizi che sul territorio offrono qualità educativa e formativa, oltre che una reale possibilità di rendere effettiva la conciliazione lavoro-famiglia per i genitori». A questi ultimi stanziamenti comunali si aggiungono poi le numerose iniziative promosse in collaborazione con la Cooperativa Itaca e le strutture educative del territorio per sostenere la genitorialità a diversi livelli di crescita dei bambini.

«Apprezziamo particolarmente la sensibilità dell’Amministrazione comunale, così come il concreto sostegno per l’attività dei Grest estivi e delle nostre scuole di comunità che svolgono un servizio educativo fondamentale per le famiglie del territorio» le parole di don Marcello Miele, presidente delle due materne paritarie.

«Lo stanziamento previsto dal Comune è un segnale che va nella direzione di dare una prospettiva ai servizi educativi 0-6 anni in un momento particolarmente difficile - conclude Simonetta Rubinato, presidente provinciale della Fism -. Prezioso è soprattutto il contributo (sopra la media degli altri comuni della provincia) assegnato alle scuole dell’infanzia paritarie di Roncade e Biancade che devono oggi far fronte ai rincari dei costi energetici, agli aumenti dovuti all’inflazione e all’aumento del costo del personale conseguente al recente rinnovo del Ccnl Fism, tanto che in molte realtà della provincia è a rischio la sostenibilità dei loro bilanci».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole paritarie e famiglia: «Roncade stanzia 180mila euro»

TrevisoToday è in caricamento