Scuola

Breda di Piave, i gemellaggi tra le scuole si spostano sul web

Nonostante il Covid abbia limitato gli spostamenti, due classi della scuola primaria “Puccini” hanno iniziato uno scambio virtuale con una scuola di Breda di Catalunya

Il vicesindaco Adelaide Scarabello (Foto tratta da Facebook)

Il Comune di Breda di Piave sostiene il comitato gemellaggi per proseguire gli interscambi, anche in tempo di pandemia. A causa delle restrizioni anti-contagio, il comitato quest’anno ha deciso di organizzare gli scambi online.

Le bambine e i bambini delle classi 5^ A e 5^ B della scuola elementare “Puccini” di Breda di Piave hanno conosciuto alcuni loro coetanei di Breda di Catalunya. Il 15 aprile si è concretizzato il progetto di comunicazione a distanza: una serata ricca di emozioni, durante la quale le 20 famiglie (10 italiane e 10 catalane) hanno potuto vedersi fra l’entusiasmo dei ragazzi. Alunne e alunni sono stati abbinati ai loro omologhi catalani. L’emergenza sanitaria ha comportato una nuova modalità di interscambio, ma i principi rimangono quelli di sempre. Quest’anno non è possibile la tradizionale esperienza sul campo, durante la quale scoprire i tesori dei rispettivi paesi. Bambine e bambini si trovano online e si raccontano esperienze di scuola e di vita: parlano di famiglia, sport, cultura e tradizioni locali. «Da più di 20 anni - afferma Adelaide Scarabello, vicesindaco e assessore ai Gemellaggi del Comune di Breda di Piave – coltiviamo relazioni con comuni francesi e spagnoli. Come amministrazione sosteniamo convintamente questo progetto, affinché il Covid non interrompa la continuità. Il gemellaggio fa sentire i ragazzi meno soli, dando loro l’opportunità di far nascere nuove amicizie. Ringraziamo il Comitato Gemellaggi per l’impegno e la dedizione messi in campo anche durante la pandemia».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Breda di Piave, i gemellaggi tra le scuole si spostano sul web

TrevisoToday è in caricamento