menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La premiazione

La premiazione

Identità veneta, quattro le scuole trevigiane vincitrici

Ottavo Concorso per la Tutela, Valorizzazione e Promozione del patrimonio linguistico e culturale veneto

Si sono svolte ieri, nella preziosa cornice del Teatro Goldoni a Venezia, le premiazioni del concorso Tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale Veneto fortemente voluto dall’Assessorato all’Identità Veneta della Regione, dal MIUR - Ufficio Scolastico Regionale e Unpli - l’Unione delle Pro Loco del Veneto, nell’ambito delle iniziative per la Giornata del Popolo Veneto che ricorre proprio nella giornata del 25 marzo. Tra 73 le scuole partecipanti, ben 10 sono della provincia di Treviso, di cui 4 si sono aggiudicate altrettanti premi tra i 31 in palio. Questi gli istituti trevigiani premiati:

AMBITO 1 - TEATRO - PREMIO € 750,00

Scuola secondaria di primo grado "Brandolini Rota" (Oderzo) "Scorcio di vita nella Venezia del Settecento" la mitica città dell'acqua

AMBITO 1 - POESIA - PREMIO € 500,00

Scuola Primaria "L. Milani" (Fagarè della Battaglia) "Metemo in rima e nostre tradision"

AMBITO 2 - PREMIO € 400,00

Liceo Classico Collegio Vescovile Pio X (Treviso) "Treviso Urbs Picta"

AMBITO 3 - PREMIO € 400,00

Scuola secondaria di primo grado "C. Casteller" (sede di Paese) "Non è stato uno scherzo": condanne religiose verso eretici, streghe e stregoni nella storia"

La premiazione dei lavori vincitori è stata una vera celebrazione dei tanti temi che concorrono a creare l’identità culturale e linguistica di un territorio, un patrimonio immenso che merita di essere tutelato e tramandato. Un appuntamento che, per la sua importanza, ha visto la presenza di Cristiano Corazzari, Assessore all’Identità Veneta della Regione del Veneto; Augusta Celada, Direttore Generale del Miur-USR Veneto; Giovanni Follador, Presidente Unpli Veneto; Maurizio Tremul, Presidente Unione Italiana (Croazia e Slovenia) e Alessandro Cuk, Vicepresidente Ass. Naz. Venezia Giulia e Dalmazia.

«Identità e cultura di un territorio sono alla base del vivere -ha commentato Giovanni Follador, presidente UNPLI Veneto- per questo, come Unione delle Pro Loco, abbiamo subito aderito ad un progetto che ricopre tanta importanza. In questo contesto abbiamo anche consolidato il rapporto con l'Istria, in particolare col presidente Tremul, che ringrazio per l'impegno nella salvaguardia della lingua veneta in terra croata, dimostrando come, anche se si è di città o nazioni diverse, ci si possa riconoscere come comunità grazie alle tradizioni locali. È questa la vera strada per l’integrazione. Un tema, quello dell'identità, che gli studenti hanno affrontato attraverso modalità e discipline diverse, in un percorso di ricerca che ha contribuito ad avvicinarli al patrimonio culturale e linguistico veneto, stimolando il loro senso di appartenenza e l’importanza della valorizzazione delle tradizioni locali».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento