Istituto Galilei cambia sede e lascia Treviso da settembre

Il sindaco di San Biagio di Callalta ha avuto conferma del trasferimento dal direttore Sandro Spigariol: l'offerta scolastica sarà ampliata nella frazione di Olmi

Studenti dell'istituto Galilei

L'istituto Galilei di Treviso cambia sede e si trasferisce nella frazione di Olmi, a San Biagio di Callalta. Il trasloco avverrà nel mese di agosto per consentire l’avvio del nuovo anno scolastico nella nuova sede in via Milano 2.

«Con l’arrivo a settembre dell’Istituto paritario Galileo Galilei, il nostro comune assume per i servizi offerti un ruolo sempre più centrale e strategico. Ringrazio la dirigenza della scuola per aver scelto il nostro territorio dove poter continuare la propria offerta scolastica iniziata nel 1987 e diventata un punto di riferimento per molte famiglie trevigiane». A parlare è Alberto Cappelletto, sindaco di San Biagio di Callalta, che nei giorni scorsi ha ricevuto la notizia del trasferimento dal professor Sandro Spigariol, direttore dell’Istituto. L’Istituto paritario Galileo Galilei offre tre corsi paritari: il liceo scientifico con indirizzo sportivo, il liceo linguistico e l’istituto tecnico-tecnologico con indirizzo costruzioni, ambiente e territorio.

istitutogalilei1-2

«E’ da un paio di anni – spiega il professor Sandro Spigariol - che siamo alla ricerca di una nuova sede che rispondesse in modo adeguato alle esigenze di una didattica e dello sviluppo delle attività in modalità sempre più laboratoriale. In quest’ultimo periodo il bisogno di avere spazi più ampi è cresciuto ulteriormente e si è fatto più impellente, a causa della pandemia che ci imporrà, non si sa ancora per quanto tempo, di osservare anche nelle aule le distanze che verranno prescritte. Non è stato facile trovare nel territorio un edificio che rispondesse a tutti i nostri bisogni. Tra le varie proposte pervenute, la sede di Olmi, che negli anni scorsi ha ospitato la scuola internazionale, ci è sembrata la più adatta. È dotata di luminose aule che si affacciano nel giardino, ampi laboratori, palestra, aula magna, sala ricreativa, giardino attrezzato per svolgere attività sportive e grande parcheggio. Possibilità di utilizzare una piscina che si trova adiacente all’istituto. Inoltre, sarà assicurato un adeguato collegamento con il centro città».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento