All’Its Academy Meccatronico Veneto l’internazionalizzazione raddoppia

Con il rinnovo della certificazione ECHE- European Charter for Higher Education Erasmus+ e il riconoscimento dell’ITS come Preparation Centre for Cambridge English Qualifications gli studenti ITS Meccatronico dispongono di un’alta formazione post diploma che li apre al mondo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Due traguardi che aprono positivamente questo anno: se il 2020, infatti, si è chiuso senza che gli studenti dell’ITS Meccatronico Veneto potessero misurarsi e crescere nell’esperienza Erasmus in presenza a causa della pandemia, il 2021 inizia all’insegna della notizia positiva del rinnovo del certificato ECHE – Erasmus Charter for Higher Education per il periodo 2021-2027 e del riconoscimento dell’Istituto come “Preparation Centre for Cambridge English Qualifications”. Un segnale forte che premia, da un lato le iniziative di mobilità internazionale avviate nei sei anni appena trascorsi e che hanno coinvolto oltre 70 studenti, 50 membri dello staff, tra docenti, tutor, coordinatori dei corsi, 50 partner europei, tra enti e aziende con i quali si organizzano gli scambi in 15 paesi dell’Unione Europea. Dall’altro riconosce il percorso di sensibilizzazione verso la certificazione linguistica che negli anni ha portato molti studenti ad un traguardo importante. “Nel periodo di vigore della prima Charter l’attività della Fondazione ITS Meccatronico nella Regione Veneto – spiega Cristina Toniolo, Responsabile dei rapporti con le imprese e coordinatrice della mobilità internazionale – è passata dalle tre sedi e un centinaio di studenti del 2014, alle nove sedi, Vicenza, Schio, Verona, Padova (2), Mestre, Treviso, Montebelluna, Conegliano con 11 corsi in essere e oltre 400 studenti nel 2020. Secondo lo spirito dell’Articolo 1 dello Statuto della Fondazione ITS che invita al ricorso ad iniziative di mobilità nell’Unione Europea si intende, infatti, portare il personale della Fondazione, i docenti e gli studenti ad una maggiore attenzione verso la “cittadinanza” europea nel senso più completo del termine: culturale, economica e sociale”. La collaborazione in Europa è via via cresciuta negli anni, grazie alla positiva risposta di studenti e staff, partendo all’inizio sicuramente da quei paesi che, come l’Italia, hanno una tradizione di imprese in area meccatronica come Germania e Austria per poi ampliarsi a Paesi come Polonia e Slovacchia, Spagna e Malta, permettendo così – grazie anche alla posizione geografica dell’Italia – la creazione di una fitta rete di contatti tra nord e sud dell’Europa. “Si tratta di due traguardi collegati che ci riempiono d’orgoglio – afferma il Direttore Generale ITS Meccatronico Veneto Giorgio Spanevello – e che si inseriscono in un percorso di formazione in cui l’internazionalizzazione gioca un ruolo chiave. Siamo, infatti, consapevoli che il successo complessivo dei nostri studenti che porta al 98% di occupabilità dopo il biennio, passa anche per la conoscenza della lingua inglese e per la capacità di sapersi misurare in contesti internazionali. Per i ragazzi Erasmus+ è un’esperienza di forte crescita sia sul piano personale sia professionale che favorisce il loro inserimento e consente di trasferire quanto appreso all’estero nella realtà produttiva con la quale, una volta diplomati, si andranno poi a confrontare in Italia”. Le iscrizioni ai corsi del biennio 2021-23 si apriranno da aprile. In questi mesi sono attive le iniziative di orientamento aperte alle scuole. Per informazioni www.itsmeccatronico.it

Torna su
TrevisoToday è in caricamento