rotate-mobile
Scuola

Dal Max Planck all’Europa: studenti all’estero per stage

Trenta alunni al lavoro per un mese in Danimarca, Germania e Spagna

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

E’ tempo di lavoro all’estero per gli studenti del Max Planck di Lancenigo. Grazie al progetto Erasmus+ Upper trenta ragazze e ragazzi delle classi quarte del Liceo delle Scienze applicate e dell’Itis sono partiti per un mese di stage tra maggio e giugno, in Spagna, Danimarca e Germania dando una dimensione internazionale al proprio percorso per le competenze trasversali e l’orientamento (PCTO). E’ la seconda esperienza organizzata dall’istituto Max Planck che sempre con il Progetto Erasmus ha permesso di svolgere il Pcto all’estero ad un altro gruppo di studenti tra settembre e ottobre del 2022. Quest’anno le partenze sono state anticipate alla fine del quarto anno: dieci alunni sono andati a Madrid, dieci a Copenaghen e dieci ad Halle vicino a Lipsia dove hanno trovato impiego in diverse aziende individuate dalle Camere di Commercio Italiane all’estero. Le attività sono molto diversificate ma tutte inerenti all’indirizzo di studio: si va dalla Compagnia di Bioscienza, all’azienda specializzata nel recupero di capsule caffè, dal Dipartimento di Ingegneria civile all’Istituto nazionale di metrologia in Danimarca; e poi dal restyling di siti web ad un’azienda che sviluppa software per smart working in Germania. Non mancano la cybersecurity e l’e-commerce. Le attività degli studenti del liceo riguarderanno soprattutto tecniche di analisi, ricerca e lettura dati di laboratorio, supporti informatici specifici, elaborazione di piani sperimentali di ricerca, per gli allievi dell’Itis i settori di applicazione riguardano l’informatica (sviluppo software, cloud, database), telecomunicazioni (reti, design di infrastrutture e software dispositivi), automazione ed elettronica (progettazione Cad3D, sviluppo controllo impianti). Ciascun gruppo di studenti è accompagnato da due insegnanti che si alternano, risiedendo nella stessa città, per seguire da vicino le attività. “L’istituto è orgoglioso di aver beneficiato, per due anni di seguito, di fondi europei dedicati alla mobilità internazionale – afferma la Dirigente Scolastica Emanuela Pol _ gli studenti sia del liceo che del tecnico avranno un’opportunità unica di vivere per un mese all’estero, mettersi alla prova in un vero contesto lavorativo acquisendo competenze linguistiche e tecniche da riportare nel loro curriculum per la propria storia professionale futura”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Max Planck all’Europa: studenti all’estero per stage

TrevisoToday è in caricamento