menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto tratta da Google Immagini

Foto tratta da Google Immagini

Patente europea per il computer: il Veneto investe nel progetto

Rinnovata nelle scorse ore l'intesa con Aica, associazione italiana per l’informatica ed il calcolo automatico. Nelle scuole venete patentini ecdl a prezzi agevolati

L’assessore regionale alla scuola e formazione Elena Donazzan ha rinnovato nelle scorse ore l’intesa con Aica, l’associazione italiana per l’informatica ed il calcolo automatico, per favorire l’apprendimento informatico e il conseguimento della certificazione europea nei percorsi scolastici e formativi del Veneto.  

«Da quasi un decennio la Regione favorisce  le certificazioni informatiche nella scuola e nei percorsi di formazione professionale – spiega l’assessore Donazzan – per agevolare l’alfabetizzazione informatica e la dimestichezza con  tecnologie, linguaggi e professioni digitali e attrezzare ragazzi e adulti ad affrontare con maggiori strumenti il mondo del lavoro. Il rinnovo dell’intesa con Aica, l’associazione culturale senza fini di lucro che in Italia è garante del programma europeo per il rilascio delle certificazioni Ecdl, consente di offrire a scuole, centri di formazione, centri per l’impiego, e quindi a studenti e lavoratori in cerca di occupazione, la possibilità di accedere a prezzi agevolati al cosiddetto ‘patentino’ informatico». L’intesa prevede inoltre che le scuole inseriscano le certificazioni Ecdl nei loro piani di studio e le riconoscano come crediti formativi. Analoga possibilità viene riconosciuta agli enti di formazione professionale che potranno non solo promuovere corsi informatici e relative certificazioni per i propri allievi, ma anche per i dipendenti pubblici del territorio. Infine, anche i centri per l’impiego, in accordo con gli enti di formazione, proporranno a disoccupati e giovani in cerca di prima occupazione canali agevolati per conseguire le certificazioni informatiche e rafforzare così le proprie competenze professionali da spendere nella ricerca di un lavoro.

«Nella società dell’informatica le competenze digitali sono ormai un pre-requisito di conoscenza e di cittadinanza – sottolinea l’assessore – ed è compito di una scuola moderna, al passo con i tempi, mettere tutti i suoi allievi nelle condizioni di apprendere le nozioni base per  utilizzare con sufficiente autonomia programmi e linguaggi informatici, acquisendo competenze che saranno poi fondamentali per il futuro professionale. Con questa intesa la Regione si fa garante della qualità dei percorsi formativi e della trasparenza delle relative certificazioni». In base all'intesa tra Regione e Aica, che prevede prezzi scontati rispetto al listino ufficiale, il costo delle certificazioni Ecdl nelle scuole venete, oscilla tra i 40 e gli 80 euro, a seconda della tipologia. Per le certificazioni professionali, per amministratori e operatori informatici, la spesa richiesta non supera i 130 euro (Iva esclusa).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento