menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedibus: crescono gli iscritti, Mogliano sfiora quota trecento

Si è conclusa alle scuole Vespucci e Dante, l’accoglienza del sindaco a tutti gli studenti del Pedibus nelle otto scuole moglianesi che hanno aderito all'iniziativa

“Si autorizza il possessore di questo patentino a circolare a piedi, purché si ricordi sempre di rispettare le Regole della Strada”: questo il breve testo del patentino che ciascuno degli studenti iscritti al Pedibus ha ricevuto nella giornata di inaugurazione dell’iniziativa tenutasi in ogni scuola aderente al progetto nel comune di Mogliano.

Per dare evidenza di quanto l’amministrazione creda in questo progetto e nei suoi messaggi educativo-ambientali, in occasione del nuovo anno scolastico il sindaco Carola Arena e il vicesindaco e assessore alle politiche educative Daniele Ceschin, hanno accolto, di scuola in scuola, i bambini del Pedibus al loro arrivo, per cantare con loro l’inno del Pedibus e ringraziare tutti coloro che lo rendono possibile. «Questo progetto nacque alcuni anni fa, con fasi di partecipazione altalenanti. In questi quattro anni abbiamo voluto dare impulso a questa buona prassi incoraggiando la partecipazione. I risultati si vedono e siamo soddisfatti della crescente diffusione: le nostre scuole primarie hanno ormai quasi tutte aderito, sono aumentate le iscrizioni degli studenti e il numero degli accompagnatori. Come amministrazione, il nostro impegno è anche quello di rendere le strade della nostra città più sicure. Quest’anno, i piccoli cittadini e i loro accompagnatori  potranno avere a disposizione un maggior numero di percorsi protetti, grazie anche all’ampliamento della rete delle piste ciclopedonali» ha commentato il sindaco, Carola Arena.

Sono 284 gli alunni che risultano partecipanti ad oggi ma con iscrizioni ancora in corso e in aumento, mentre gli accompagnatori sono 118. Otto le scuole primarie aderenti al progetto, con il coordinamento delle Dirigenti Scolastiche e delle insegnanti degli istituti Comprensivi “Nelson Mandela” e “ Marta Minerbi”: Anna Frank, Collodi, Dante, Olme, Piranesi, Valeri, Verdi e Vespucci. «I bambini del Pedibus si divertono nel tragitto che percorrono tutti assieme, hanno la possibilità di guardare con sguardo più attento la loro città e allo stesso tempo imparano moltissimo: dal rispetto per l’ambiente a quello delle regole del codice della strada, dallo stare in compagnia all’utilità del movimento per la loro salute. Proprio tenendo conto dei dati in crescita del Pedibus, ci sentiamo di lanciare un appello a genitori o volontari ad ampliare il numero degli accompagnatori e contribuire a rendere fattibile una sempre maggiore diffusione di questo modo socievole, ecologico e salutare d’andare a scuola in allegria», ha sottolineato il vicesindaco e assessore alle politiche educative Daniele Ceschin. Il progetto Pedibus è un modo sano, sicuro, divertente ed ecologico per andare e tornare da scuola. I “passeggeri” dell’autobus sono gli alunni che effettuano insieme il percorso casa-scuola accompagnati da due o più adulti. Il progetto è stato attivato con una o più linee nei diversi plessi e alla sua realizzazione contribuisce la collaborazione della rete provinciale dei Pedibus trevigiani, dell'Ulss 2 e della società Veritas che fornisce le pettorine ai bambini, ma soprattutto di docenti e genitori che hanno dato la propria disponibilità. Mogliano aderisce alla rete dei Pedibus della provincia di Treviso, partita in via sperimentale con una sola linea e 14 bambini nel 2005, e vanta oggi oltre 2500 partecipanti con più di 150 linee attive in scuole primarie dei 45 comuni firmatari il protocollo d’intesa con Ulss, Scuole e soggetti pubblici e privati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Tangenziale di Treviso: in arrivo due nuovi Targa System

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento