menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittorio Veneto, stop alle rette del nido comunale e del trasporto scolastico

Interventi a favore delle famiglie da parte del Comune. Chi provvede mensilmente al pagamento non dovrà farlo mentre chi ha già corrisposto l’intera annualità verrà rimborsato

Il Comune di Vittorio Veneto ha deciso un nuovo intervento a favore delle famiglie con bambini. È stato infatti deliberato di sospendere per quattro settimane sia il pagamento delle rette di frequenza del nido sia la tariffa del trasporto scolastico per gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado.

Chi provvede mensilmente al pagamento della tariffa in questione non dovrà farlo mentre chi ha già corrisposto l’intera annualità si vedrà rimborsare la quota parte. Il provvedimento è stato assunto in cosiderazione dell’eccezionalità degli eventi in corso, al fine di non gravare ulteriormente, anche dal punto di vista economico, su genitori che già sono in difficoltà per la sospensione dei servizi educativi. «In un momento tanto difficile anche per le famiglie con bambini - commenta infatti il sindaco Antonio Miatto - abbiamo ritenuto di dover intervenire con un primo provvedimento che prevede un reale sostegno economico, tramite l’abbattimento dell’intera retta mensile. In base all’andamento dell’emergenza, si deciderà come eventualmente procedere. Mi auguro e spero - conclude il Sindaco - che il Governo centrale soccorra le finanze dei Comuni e non scarichi ancora una volta sui cittadini e sulle amministrazioni locali i maggiori sforzi ed oneri che questa crisi ci impone». «Nel frattempo - aggiunge l’assessore al sociale Caldart, - le Educatrici in servizio al Nido Comunale si dedicheranno a mantenere un rapporto quotidiano con i loro bambini, realizzando brevi video con filastrocche, lettura di storie e tutorial. Un modo per aiutare i piccoli e le famiglie a mantenere, per quanto possibile, la normalità nella routine quotidiana, così importante per abbattere ansia e paura».
Le Educatrici del Nido sono dipendenti comunali e la sospensione dell’attività comporta per l’amministrazione di Vittorio Veneto un mancato introito mensile di circa 19.800 euro.  La sospensione della tariffa del trasporto scolastico peserà invece per complessivi 3.980 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento