Successo degli open day online: il Max Planck conferma gli iscritti dell’anno scorso

Settecento famiglie si sono collegate in streaming agli incontri con insegnanti e studenti dell'istituto trevigiano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

A tre giorni dalla chiusura delle iscrizioni le scuole registrano il successo degli open-day online divenuti necessari in tempo di pandemia. All’istituto Planck sono state circa 700 le famiglie che hanno partecipato agli incontri (cinque in tutto) organizzati su piattaforma Zoom con il coinvolgimento di insegnanti e studenti. La possibilità di collegarsi da casa ha permesso maggiore flessibilità e soprattutto facilità di accesso per genitori e ragazzi impegnati nella scelta della scuola superiore. Filmati, interventi degli studenti, presentazioni in power point hanno permesso alla scuola di entrare direttamente nelle case per mostrare le proprie attività e dare un saggio del proprio stile didattico. Attualmente le iscrizioni al Planck sia al Liceo scientifico sia al Tecnico industriale si mantengono in linea con quelle dell’anno scorso ma si attendono gli ultimi giorni per chiudere i conti. La sfida per l’istituto è garantire un solido percorso curricolare ma anche arricchire la didattica con proposte complementari: percorsi di laboratorio, partecipazione alle olimpiadi delle discipline scientifiche, a concorsi letterari, conseguimento di certificazioni nelle lingue straniere. Il percorso didattico dell’ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO si sviluppa in 5 anni. Nel primo biennio comune si acquisiscono competenze nelle discipline propedeutiche alla successiva specializzazione. Nel triennio lo studente è guidato a scegliere, sulla base dei propri interessi e abilità, tra 4 articolazioni: Elettronica, Automazione, Informatica e Telecomunicazioni. Elettronica ed Automazione approfondiscono i principi e le tecnologie di tutti i sistemi elettrici, finalizzati sia alla generazione, trasmissione e elaborazione di segnali analogici e digitali, sia alla creazione di sistemi automatici. I diplomati in questi indirizzi sono in grado di operare su sviluppo e utilizzazione di sistemi di acquisizione dati, dispositivi, circuiti, apparecchi e apparati elettronici; utilizzazione di tecniche di controllo e interfaccia basati su software dedicati; automazione industriale e controllo dei processi produttivi; mantenimento della sicurezza sul lavoro e tutela ambientale. Informatica e Telecomunicazioni mirano a far acquisire competenze relative ai prodotti software e alle infrastrutture di telecomunicazione, in termini di ideazione, progettazione, produzione e marketing. In particolare il diplomato in Informatica può svolgere compiti di gestione del sistema informativo delle aziende, di security auditor, di tecnico hardware, di esperto nella sicurezza e gestione delle reti. Il diplomato in telecomunicazioni, invece, si specializza nel supporto tecnico ad utenti di apparecchiature di telecomunicazione, nella progettazione e funzionamento di reti TLC, nel ruolo di communication manager. In generale allo studente sono richieste curiosità per il progresso tecnologico e propensione a coniugare il ragionamento logico a competenze di fisica e matematica. Il LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE si sviluppa in 5 anni, al termine dei quali gli studenti possono accedere a tutte le facoltà universitarie o alla formazione superiore. Il V anno, però, prevede anche un raccordo tra scuola e inserimento lavorativo. La preparazione acquisita in questo liceo guida ad approfondire e sviluppare conoscenze, abilità e competenze spendibili nello sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica, privilegiando la didattica laboratoriale. Il percorso potenzia il versante scientifico-tecnologico attraverso l’incremento orario delle Scienze Naturali e l’introduzione dell’Informatica come materia a sé. Fornisce allo studente competenze avanzate nelle Scienze matematiche, fisiche, chimiche, biologiche, della Terra, e nell’applicazione ad esse dell’Informatica. La presenza all’interno dell’Istituto Max Planck di diversi indirizzi di studi consente agli studenti iscritti di valutare la validità della scelta effettuata alla fine della scuola media per confermarla con maggiore consapevolezza o per modificarla rimanendo all’interno dell’ambito tecnico-scientifico. In particolare alla conclusione del primo biennio è possibile passare dall’indirizzo liceale a quello tecnico e viceversa, come pure decidere, all’interno dell’indirizzo tecnico, tra le diverse articolazioni. I Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento sono realizzati in collaborazione con le aziende e gli enti economici e socio-culturali, pubblici e privati, del territorio e con le università. Numerose sono le attività opzionali. Nell’ambito tecnico-scientifico gli studenti possono partecipare a competizioni e concorsi esterni su base regionale, nazionale ed europea: olimpiadi di matematica, fisica, scienze (EUSO), chimica, informatica; gare di robotica (LEGO LEAGUE). Si propone, inoltre, un percorso di AutoCAD, al fine di garantire una conoscenza base per il disegno informatico. Nell’ambito del potenziamento linguistico sono previste lezioni integrative in orario curriculare con insegnanti madrelingua e corsi di potenziamento extracurricolari suddivisi per livelli di competenza con relativi attestati (B1, B2, C1): la scuola dal 2015 è centro di certificazioni Trinity. Ci sono poi le vacanze-studio all’estero. Per il potenziamento umanistico si organizzano attività di lettura e scrittura creativa, quali il Certamen letterario, il progetto “Veneto Legge”, il Giornalino d’Istituto. Vari altri progetti sono finalizzati alla cultura della sicurezza e della legalità anche in ambiente informatico, e alla prevenzione dei comportamenti a rischio. L’Istituto ha attivato dall’anno 1994 lo Spazio Ascolto per interventi contro il disagio giovanile e per il sostegno allo studio. La Biblioteca della scuola, infine, organizza conferenze, corsi di approfondimento, mostre.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento