Scuola

L'istituto "Planck" sul podio della First Lego league internazionale 2021

Dopo la vittoria nazionale la squadra si è distinta tra 200 provenienti da tutto il mondo in competizione dal 24 al 27 giugno.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

L’Istituto Planck di Lancenigo conquista il secondo posto nella finalissima mondiale First Lego League tenutasi in Grecia dal 24 al 27 giugno. Dopo aver vinto il primo premio nella competizione nazionale di fine maggio il Planck Team, formato da una decina di studenti del Liceo e dell’Itis magistralmente condotti dalla prof.ssa Monica Disarò, si è affermato tra 200 squadre di studenti inventori e costruttori di robotica e progetti multimediali provenienti da tutto il mondo. La giuria in collegamento dalla città di Thessaloniki su Youtube e Zoom, ha assistito alle dimostrazioni di robotica, ha interrogato in inglese e analizzato i progetti. Il Planck team si è distinto con il proprio robot costruito con i Lego, ma soprattutto ha stupito per le precise e fluenti risposte in inglese e per l’app progettata per utilizzare il cellulare come personal trainer. Il progetto scientifico (in parte ispirato dal lockdown) mette a punto un sistema in grado di dare istruzioni e poi di monitorare l’attività fisica delle persone in base alla fascia di età e alle capacità.

L’applicazione creata dai ragazzi è corredata da un braccialetto da indossare e da un cubetto con videocamera per supervisionare i movimenti. L’atleta che fa gli esercizi fisici ha la possibilità di controllare in tempo reale se i movimenti sono corretti, se il ritmo tenuto è adeguato e in caso di errore viene avvisato dallo smartphone. “Ci tengo a dire che questi ragazzi, supportati da alcuni ex studenti e dalla docente Disarò, hanno lavorato ininterrottamente ogni giorno anche dopo la fine dell’anno scolastico per essere all’altezza della sfida_ dichiara la dirigente Emanuela Pol_ manifestando impegno, dedizione e vero gioco di squadra in linea con la filosofia dell’istituto stesso: un’attività del genere, infatti, richiede coordinamento e disponibilità a tutti i livelli, dal dirigente ai collaboratori scolastici. Il riconoscimento della Lego League è motivo di grande orgoglio”. “Il risultato raggiunto _ spiega la professoressa Disarò _ è una grande conferma che premia la consapevolezza dei ragazzi, la loro capacità di lavorare in gruppo, di organizzarsi al meglio, valorizzando le qualità di ciascuno per conseguire il massimo risultato. Mi pare che siamo riusciti a centrare l’obiettivo”.

Il team-Planck è composto da: Lorenzo Alberti, Tommaso Bertelli, Davide Busato, Pierpaolo Cal, Samuel Cei, Emanuele De Stefani, Crystal Piva, Francesco Salmaso, Andrea Tomè, Angelo Tuoni, e dai supporter senior Matteo Criveller, Marco Todesco, Michele Ferrarese, Marco Martini, Edoardo Masi, Federico Peruzzo, Roberto Pomiato, Bortolini Luca, Ziosi Luca, Lapomarda Simone. Per prepararsi alla competizione internazionale, eccezionalmente trasferita quest’anno, a causa della pandemia, dagli Stati Uniti alla Grecia, i ragazzi del Planck con il loro coach hanno continuato a lavorare e a prepararsi anche dopo la fine dell’anno scolastico, realizzando l’idea di “scuola aperta” anche in estate. Il Planck ha prolungato la sua attività con grande successo mantenendo porte (e finestre) aperte in queste settimane non solo con la Lego League, ma anche con altri progetti del Piano estate, come il corso di Orienteering e la redazione di podcast in inglese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'istituto "Planck" sul podio della First Lego league internazionale 2021

TrevisoToday è in caricamento