menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'altra pazza idea del Canal, l'influencer trevigiano

A colpi di allegria, brindisi e discorsi spiritosi farà conoscere a tutta Italia il vino orgoglio della Marca

Il Calal il Canal parte per un simpatico viaggio lungo la Penisola e incontrerà altri influencer in rappresentanza di varie regioni italiane, per promuovere la terra che ama. Nicola per non andare in giro a mani vuote e bocca asciutta si è portato delle bottiglie speciali di Valdobbiadene Docg, che ha chiamato “Il Canal n.5”. Tutti noi conosciamo Canal - il canal!

Così descrive simpaticamente l'iniziativa il sindaco Conte: "L'ultimo "colpo de mat" dell'influencer di Farra di Soligo è un viaggio in camper per promuovere l'unicità delle Colline di Conegliano Valdobbiadene Patrimonio UNESCO, facendo assaggiare a personaggi e influencer delle altre zone d'Italia il nostro Prosecco Superiore in una versione limitata e con l'inedita etichetta "CANAL n.5" che, ispirandosi goliardicamente al noto profumo, vuole essere rappresentativa di tre valori fondamentali: casa, famiglia e territorio oltre che dei 5 anni di attività comunicativa di Nicola e dei 5 produttori che hanno conferito le uve per questa bollicina."

" Nonostante il 99 per cento di voi stiano appoggiando in pieno la mia “scelta matta” di partire con un progetto così controcorrente rispetto ai tempi che stiamo vivendo, non vi nascondo che un po’ di paura ce l’ho. Sia chiaro, sono un po’ matto ma non sono sprovveduto: ho cercato di pianificare un’avventura in sicurezza, sperando che la fortuna mi assista!
Del resto è quello il premio riservato agli audaci, no? Questo viaggio in camper è un grande punto di domanda perché “i tempi neri” mi impongono di vivere tutto al momento ma una cosa è garantita:
IL CANAL N. 5 è straordinario. Straordinaria è la storia che c’è dietro questa bottiglia di vino
Vi ricordo che per evitare le spese di spedizione potete recarvi direttamente nella cantina Roccat di Valdobbiadene scoprendo la passione e l’impegno che c’è dietro le cose fatte PUITO. 
Se vi serve nell’autocertificazione fossi in voi scriverei che il mio vino si trova solo a Valdobbiadene e avete bisogno subito di almeno due gocce di ILCANAL N 5)." Spiega l'influencer nei suoi canali social Facebook, Instagram, Tik Tok.

Il numero 5 non sembra sia stato scelto non per omaggiare il profumo Chanel, ma perchè:

  • 5 sono gli anni di presenza nei social.
  • 5 sono le cantine che hanno fornito le uve.
  • 5 piccole realtà agricole a cui piace fare le cose “per bene”.
  • 5 sono le diverse colline da cui arrivano le uve. Ripide “rive” dalle quali raccogliere, grazie alla vendemmia eroica, uva ricca di sapori e profumi inconfondibili.

Un progetto per far conosce e valorizzare le colline del Prosecco e il territorio Unesco: “Questo vino infatti è legato non solo al mio personaggio, alla mia famifglia, ma soprattutto al mio territorio. Ripide rive dalle quali raccogliere, grazie alla vendemmia eroica, uva ricca di sapori e profumi inconfondibili. Questo progetto ha due obiettivi ben precisi: produrre un vino dalle proprietà organolettiche di prim’ordine e attribuire la giusta importanza al territorio e a coloro che, eroicamente, continuano a viverlo e lavorarlo per realizzare un prodotto d'eccellenza. Abbiamo chiesto a 5 diversi conferitori un po’ delle loro uve, prelevate in riva esclusivamente in cassetta (per salvaguardare al massimo l’integrità del grappolo) con un metodo di vendemmia resa eroica dalle difficoltà di raccolta. Abbiamo deciso di pagare le uve un po’ di più del valore di mercato proprio per sottolineare la gratitudine e l’apprezzamento verso coloro che hanno scelto di non abbandonare il proprio territorio ma di trasformare la fatica in valore aggiunto."

Un viaggio all'insegna dell'allegria in questi “tempi neri” per far conoscere all’Italia intera le meravigliose colline di Conegliano-Valdobbiadene Docg, patrimonio dell'umanità.

169134245_2808504029361357_7254721491365797795_n-2

Per seguire la sua avventura basta cliccare quì.

Nicola Canal, “social”-mente conosciuto come Canal – il canal, oggi è un “mona importante”. Ma come è arrivato a questo ruolo? Vediamo le tappe. Il Canal nasce nel Trevigiano nell’Anno Domini 1986, studia al Liceo scientifico e, in cuor suo, sogna di fare l’attore. Frequenta l’Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine, perché sin da piccolo si fa riconoscere come saltimbanco in classe, a catechismo, in situazioni pubbliche. “Il prete del paese mi ha sempre detto che da grande avrei fatto il clown”. E forse questo prete ci ha visto lungo. Il Canal non è un clown, ma una persona che sa far ridere e riflettere con ironia sì o, per usare un’espressione a lui (al Canal, non al prete, ben s’intende) molto cara, oggi è proprio un “mona importante”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento