menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porta il velo e gioca a calcio, la storia di Assmà diventa un docufilm

Si potrà vedere “in chiaro” il nuovo documentario del regista trevigiano Dimitri Feltrin fino alla mezzanotte del 29 aprile. Assmà ha 19 anni e vive in un paesino della provincia di Treviso

Sarà presentato in prima assoluta nazionale il prossimo 29 aprile, con un evento su Youtube, il docufilm “Assmà porta il velo, gioca a calcio” del regista trevigiano Dimitri Feltrin, lavoro promosso dall’Associazione Sport4Society e sostenuto, tra gli altri, da Amnesty International Italia, Banca Etica e Caritas Tarvisina.

Ecco la trama del documentario, della durata di 20 minuti:

Assmà ha 19 anni e vive in un paesino della provincia di Treviso. È nata in Italia da genitori marocchini e ha scelto di indossare il velo islamico, che la identifica come una giovane donna musulmana. Ma, allo stesso tempo, Assmà conduce una vita per nulla diversa da quella dei suoi coetanei di fede cristiana: lo dimostra il fatto che gioca a calcio a cinque con una squadra femminile. Quando Assmà scende in campo incarna quindi contemporaneamente tradizione e modernità, l’essere musulmana e l’essere italiana, europea, occidentale.

Il docufilm intende raccontare, attraverso la figura-simbolo di Assmà, gli interessi, le aspirazioni, i pensieri dei giovani italiani di fede islamica. Si racconterà l’assoluta normalità di ragazze e ragazzi che pregano in maniera diversa, ma che vivono in maniera del tutto simile ai loro coetanei, cercando di andare a smorzare la diffidenza che ancora permea, a livello culturale, lo sguardo di tanti italiani nei confronti di questi ragazzi.

Il cortometraggio, che ha raccolto il sostegno economico e il patrocinio di molte istituzioni e realtà del terzo settore del territorio veneto, vuol essere uno strumento con cui affrontare le sempre attuali tematiche delle discriminazioni etniche, religiose, di genere, in questo caso attraverso la mediazione dello sport, che diventa veicolo di integrazione e di abbattimento delle diversità.

Il film sarà proiettato in prima assoluta giovedì 29 aprile 2021, a partire dalle ore 21.00, sulla pagina Youtube del regista, Dimitri Feltrin – Sandalo Produzioni, e sarà seguito da un dibattito condotto dal portavoce di Amnesty International Italia Riccardo Noury, al quale prenderanno parte la giovane protagonista del film, Assmà Haddadi, il regista e il presidente di Sport4Society Luca Musumeci.

Ecco il link dal quale si potrà vedere il film, che rimarrà “in chiaro” fino alla mezzanotte del 29 aprile:

https://youtu.be/TOaYcFeKqtk

A questo link, invece, è possibile visionare il trailer:

https://youtu.be/Ou1LjWcnO7E

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento