Da Londra a Valdobbiadene in bicicletta per omaggiare il nostro grande vino

E' partito dalla City sulla sua bici, zaino in spalla, pedalerà per 1.500 chilometri l’estroso manager inglese per raggiungere la Marca e poi partecipare alla Prosecco Cycling

Un manager britannico, amante del Belpaese, percorrerà 1500 chilometri in dieci giorni, collegando idealmente cinque nazioni. Il 27 settembre sarà al via della Prosecco Cycling.

E’ partito da Londra qualche giorno fa. Bicicletta, zaino e un obiettivo ben preciso: rendere omaggio all’Italia, Paese ferito dalla pandemia, che per lui rappresenta una sorta di seconda patria.

Mike Ramseyer ha 66 anni e ama le sfide. Il tragitto da Londra a Valdobbiadene è lungo 1.500 chilometri e l’estroso ciclista inglese, che di professione fa il manager nel campo delle pubbliche relazioni e del marketing, lo percorrerà a tappe forzate di circa 150 chilometri al giorno. Ad accompagnarlo, un amico austriaco, il 48enne Johann Hatheier, che ha affiancato Mike non appena questo ha oltrepassato la Manica, approdando a Calais, in Francia.  

Mike e Johann arriveranno a Valdobbiadene nel pomeriggio del 24 settembre. Giusto il tempo di rifiatare e tre giorni dopo, il 27 settembre, si presenteranno al via della Prosecco Cycling, il primo evento sportivo internazionale a svolgersi in Veneto dopo l’emergenza sanitaria.

“Ho partecipato per la prima volta alla Prosecco Cycling nel 2014, scoprendo un evento unico al mondo e un territorio di incredibile bellezza – spiega Mike –. Sono stato felice quando ho saputo che la Prosecco Cycling si sarebbe regolarmente disputata: il mio viaggio in bicicletta da Londra a Valdobbiadene è una sorta di maratona post-Covid. Il mio personale omaggio all’Italia, al suo popolo e ai prodotti della sua terra. In particolare al Prosecco, che in Gran Bretagna è sempre molto apprezzato”.  

Lungo il suo percorso attraverso l’Europa, Mike Ramseyer collegherà idealmente cinque nazioni -  Inghilterra, Francia, Germania, Svizzera e Italia - coprendo un dislivello di circa 21 mila metri. “Con Johann percorreremo strade secondarie, poco battute, e ci confronteremo con grandi montagne. Quando arriveremo a Valdobbiadene avremo il giusto grado d’allenamento. La Prosecco Cycling sarà, nonostante tutto, una grande festa”. 

La Prosecco Cycling

La partecipazione di Mike Ramseyer e Johann Hatheier è anche la prova della solida vocazione internazionale della Prosecco Cycling. Un evento che, nell’arco di 16 edizioni, ha coinvolto oltre 45 mila ciclisti provenienti da 30 nazioni. La pandemia ha rallentato, non bloccato, il flusso dei partecipanti stranieri: Mike e Johann saranno l’ideale avanguardia di ciclisti che, anche in un anno difficile come questo, arriveranno a Valdobbiadene da una decina di nazioni per schierarsi al via della Prosecco Cycling. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento