rotate-mobile
social

I migliori panettoni made in Treviso: da quello in vasocottura ai tradizionali

Tutti gli indirizzi dove trovare i dolci delle feste più buoni in città e provincia, da quelli artigianali di Baghi's a quelli goduriosi delle pasticcerie

Il panettone racchiude in sé una sfida alla forza di gravità: non è facile lievitare, tendere all'alto con il solo ausilio della pasta madre e del tempo, per diventare un dolce soffice, etereo, morbido.
Ci sono due stili per il re del Natale: barocco e austero. Da una parte il panettone ricco di aromi, con vaniglia e canditi e sentori burrosi. Dall'altra un ritorno alle origini del dolce: un pane arricchito, con aggiunta di burro frutta e vaniglia, ma che del pane conserva intatta la memoria. 

Si narra che sia nato, come spesso capita con le più grandi invenzioni gastronomiche, da un errore nella cucina di corte di Ludovico il Moro nel XV secolo, secondo altri da un garzone, sguattero, o cuoco, non si sa, di nome  Toni.  Altre leggende raccontano dai forni di un convento, dove la suora delegata alla cucina dovette decorare un dolce intagliando  una croce sull'impasto. 

Il misterioso fascino e il fragrante aroma di questo grande lievitato hanno attraversato i secoli e i paesi con crescente successo, al punto che oggi, anche a  Treviso , possiamo trovare il panettone artigianale.

Natale non è Natale senza un panettone. E se anche voi al pandoro preferite il soffice dolce a cupola che vanta storia e tradizioni secolari, ecco una selezione dei migliori made in Marca.

I migliori panettoni di Treviso

Baghi's a Castello di Godego qui si trova il panettone artigianale in vasocottura, un fiore all'occhiello che viene richiesto da tutto il mondo.

Riccardo Gasparin e Fabio Pellizzari hanno fondato la Baghi's quasi per scherzo, ora è una realtà che offre dolci, dalla colomba al panettone, dai babà ai brownie, tutti cucinati in vasocottura, così il profumo, la morbidezza rimangono come appena sfornati.
Sono stati premiati una ventina di volte al Great Taste Awards di Londra. E' una novità che ha svecchiato il classico dolce di Natale.
La vasocottura è una tecnica di moda in Francia per i piatti salati, Baghi's l'ha sperimentata con il panettone ed è stato un successo sia dal punto di vista del packaging (il dolce è presentato in un vaso di vetro) che della sostenibilità, dal momento che viene eliminato l'involucro in plastica in favore di un materiale riutilizzabile anche dopo il consumo.
L’impasto è quello del Panettone Classico ma fatto lievitare e cotto direttamente nel suo vaso di vetro. E’ stato il primo lievitato che abbiamo prodotto, ormai diversi anni fa - raccontano Riccardo e Fabio -. Lo facciamo con lievito madre vivo, farina di tipo 1 o integrale al 100%, di grano esclusivamente italiano e macinato a pietra, uova di galline allevate a terra in zona e con l'aggiunta di alcune 'chicche' come il passito Colli di Conegliano o il Torchiato di Fregona. Un processo certamente più lungo e faticoso, ma che guadagna punti in digeribilità e conservazione".

La premiata Pasticceria Fabris  di Fontanelle medaglia di bronzo al concorso dei migliori panettoni del Veneto, sul podio di Panethon, è conosciuta nel trevigiano per qualità e bonta. I lievitati di Stefano Fabris sono rigorosamente prodotti con lievito madre e non contengono conservanti ne aromi artificiali. Le loro specialità sono la Veneziana, il Panettone con i marron glacè, ai frutti di bosco e cioccolato bianco dal gusto elegante ma dal carattere selvatico, altre varianti innovative sono con mela e zenzero, fichi e noci, marroni e cioccolato. 

L' Antica Pasticceria Nascimben  è una certezza sui prodotti tradizionali, sforna il vero Panettone 100% artigianale della pasticceria tradizionale. Oltre al Classico, ci sono gusti innovativi c'è il Radicchio, Mela e Cannella, Fichi e Noci, Albicocca, Pere e Zenzero, 3 cioccolati. Bontà che si trovano sia nella centrissima Piazzetta della Torre a Calmaggiore, che in Viale Luzzatti ea Casale sul Sile.

Da Tiffany  in Piazza Matteotti in centro a Treviso si trovano i panettoni artigianali di una volta, a lievitazione naturale farcirli su richiesta con crema al torroncino o allo zabaione, alla nocciola o al cioccolato oppure farcito con il loro delizioso  gelato.

La pasticceria Max a S.Angelo è conosciuta per la creatività, le farciture non convenzionali, e i formati di tutte le dimensioni, fino al gigantesco da 4 kg. 

Da Ardizzoni si trovano tutte le specialità della tradizione trevigiana, dalla piccola pasticceria al dolce milanese, alle tipicità  nostrane come la zonclada e le focacce.

Al Trevissù, tranquilla e coccola pasticceria dietro la Galleria Romana ci sono i formati mignon.

Da Saccon - Pane e Caffè è sempre bello sotto Natale fermarsi a bere una cioccolata calda gustando una fetta del dolce natalizio fatto da loro.

Nei ristoranti

Pizzeria Arrigoni & Basso di Zero Branco fa uno dei migliori panettoni del Veneto secondo Panetthon.  Sono due eccellenze della lievitazione "alla milanese" nel trevigiano, conosciuti per le pizze, ma nei dolci sono autentici campioni. Alberto Arrigoni e Michele Basso sono due maestri della lievitazione, hanno in comune la passione per gli impasti e per i sapori genuini del nostro territorio. La loro proposta coniuga tradizione e molta creatività, così nelle pizze, così nei dolci.

Nei negozi

In centro a Treviso Fermi  propone raffinate confezioni dorate perfette anche per un regalo. A Cornuda il paradiso delle specialità ricercate è alla Degusteria dei Sapori. A Conegliano per chi cerca un prodotto super genuino, c'è l'Ariele che oltre al panettone tradizionale fa una speciale focaccia, bontà molto apprezzate per genuinità e leggerezza. A Miane Bottega de Combai ha una selezione dei migliori prodotti del territorio, con una attenzione particolare al bio.

Migliori pasticcerie trevigiane dove trovare il panettone

Viene farcito con cioccolato, gianduiotto, pistacchio, noci, marroni, albicocche, amarene, arancia, la creatività dei pasticceri si sbizzarrisce.

Treviso

  • Dal 1865 l'Antica Pasticceria Nascimben famosa per la grande scelta e la diplomatica.
  • A Borgo Cavalli la Pasticceria Francia dove si va a fare colazione per la vasta (una ventina) scelta di brioche.
  • La pasticceria Tiffany, il paradiso dei golosi.
  • Pasticceria da Max conosciuta per la bignolata, la rivoli, la millefoglie. Uno scrigno di dolci prelibatezze a due passi dal Duomo. La firma è quella di Massimo Albanese, maestro pasticcere che ha scelto questo centralissimo indirizzo per proporre le sue mille bontà, che si distinguono per freschezza, tecnica, l’uso delle migliori materie prime. In un ambiente elegante e moderno, che si sviluppa su due piani, c’è l’imbarazzo della scelta tra croissant (ottimi quelli con crema pasticcera alla vaniglia del Madagascar o cioccolato gran cru del Ghana), biscotti, pasticcini e raffinate praline di cioccolato. Belle e di grande soddisfazione le torte.

Conegliano 

  • Pasticceria De Rosa che porta i gusti del sud Italia nel trevigiano
  • Battistuzzi, locale storico, famoso per le creazioni con la cioccolata

Carbonera

  • La Pasticceria Daniele è la più amata della zona, tra le specialità i diplomatici, i babà al rum, le frittelle proposte e in questo periodo tutti i dolci natalizi.

Resana

  • Zizzola per le feste impasta panettoni, colombe e frittelle assolutamente da non perdere.

Asolo

  • La pasticceria Delice, un laboratorio dolciario con i fiocchi, qui si trovano i veri sapori artigianali

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I migliori panettoni made in Treviso: da quello in vasocottura ai tradizionali

TrevisoToday è in caricamento