rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
social

Oggi è il Pasta day: scopri le ricette, i formati e come abbinarli ai condimenti

Il 25 ottobre si festeggia il carboidrato più amato al mondo, ogni persone ne mangia 23 Kg all'anno nel bel Paese

Il 25 ottobre in tutto il mondo si celebra il Pasta Day, un evento ideato dai maestri pastai. Questa giornata speciale rende omaggio alla pasta, simbolo di condivisione e convivialità, un alimento che ha attraversato millenni, diventando un'icona di una dieta sana e equilibrata.

La pasta ha origini antichissime, risalenti al 5000 a.C., ma la festa in suo onore è stata istituita solo nel 1995. Da allora, ogni ottobre, si celebra uno degli alimenti più amati e versatili. Che tu sia un appassionato di spaghetti, capelli d'angelo o pappardelle, la pasta ha un posto speciale nel cuore di tutti.

I formati di pasta 

SPAGHETTI – Questo formato di pasta ha origini antiche che risalgono alla cultura araba del IX secolo. Conosciuti come Tria in Sicilia, Fidelini in Liguria e maccheroni in altre parti d'Italia, gli spaghetti hanno una storia ricca. La Sicilia, la Sardegna e la Liguria sono le regioni che hanno contribuito alla loro diffusione nel corso dei secoli XII, XIII e XIV. Nel Novecento, gli spaghetti hanno raggiunto le Americhe nelle valigie degli emigranti contribuendo a farlo diventare il formato più amato al mondo.

PENNE – Le penne sono nate in Liguria, precisamente a San Martino d'Albano, vicino Genova. La loro storia inizia l'11 marzo 1865, quando Giovanni Battista Capurro brevettò una macchina in grado di tagliare la pasta diagonalmente. Questo formato, che ricorda i pennini delle stilografiche, era originariamente colorato con lo zafferano. In Sicilia, con il nome di maltagliati, si condiscono con un sugo di carne, spezie e cipolle

FUSILLI – Questo formato ha origini siciliane e sarde, ma la sua versione industriale nasce a New York nel 1924, grazie a due emigranti italiani, Guido e Aurelio Tanzi. La loro invenzione, la fusilla, ha rivoluzionato la produzione dei fusilli. In Sicilia sposano il pesto alla trapanese, nel Lazio si condiscono tradizionalmente con un sugo di carne d’agnello, mentre in Basilicata si mangiano con ragù, cacioricotta e un pizzico di rafano) soprattutto a Carnevale. In questa regione un lungo fusillo veniva anche adottato per stabilire il sesso del bambino: se, gettato nell’acqua bollente, rimaneva a galla dritto, voleva dire che sarebbe stato un maschio. Se si rovesciava di lato, allora si sarebbe trattato di una femmina.

RIGATONI – Il termine omaggia l’invenzione della rigatura della pasta da parte dell’industria. Trovata geniale che permette a questo formato di trattenere i sughi come mai prima. I rigatoni sono particolarmente amati nel sud Italia, dove sono i protagonisti di piatti tradizionali, soprattutto siciliani.

Le ricette

La pasta è un pilastro della cucina italiana e, grazie alla sua versatilità, si presta a innumerevoli preparazioni. Ecco alcune delle ricette di pasta più amate dagli italiani:

Spaghetti alla Carbonara: Una ricetta tipica della cucina romana che prevede l'uso di tuorlo d'uovo, guanciale, pecorino romano, pepe nero e spaghetti.

Tagliatelle al Ragu (alla Bolognese): Originarie dell'Emilia-Romagna, le tagliatelle vengono servite con un ricco sugo a base di carne macinata, pomodoro, cipolla, carota, sedano, vino rosso e aromi.

Lasagne alla Bolognese: Strati di sfoglia di pasta all'uovo intervallati da ragù, besciamella e parmigiano, il tutto cotto al forno.

Penne all'Arrabbiata: Una salsa piccante a base di pomodoro, aglio, peperoncino rosso e prezzemolo, tipica della cucina romana.

Spaghetti alle Vongole: Un classico della cucina campana, con vongole veraci, aglio, olio d'oliva, peperoncino e prezzemolo.

Orecchiette con Cime di Rapa: Tipico della Puglia, questo piatto combina orecchiette con cime di rapa saltate in padella con aglio, acciughe e peperoncino.

Pasta alla Norma: Originaria della Sicilia, è una pasta condita con una salsa di pomodoro, melanzane fritte, ricotta salata e basilico.

La Carbonara - ricetta

Per prepararla, cuocere 400g di spaghetti in acqua salata. Nel frattempo, in una padella, rosolare 100g di guanciale tagliato a listarelle. In una ciotola, mescolare 4 tuorli d'uovo con abbondante pecorino romano grattugiato e pepe nero. Una volta cotti, scolare gli spaghetti e unirli al guanciale. Fuori dal fuoco, aggiungere il composto di tuorli e pecorino, mescolando rapidamente per ottenere una crema vellutata.

Abbinamenti ai condimenti

L'arte dell'abbinamento tra pasta e condimento è fondamentale per esaltare i sapori. Ad esempio, un sugo robusto come la Carbonara si abbina perfettamente con gli spaghetti, mentre le tagliatelle al ragù sono un classico intramontabile. Le ricette a base di pesce, come le linguine allo scoglio o gli spaghetti con le vongole, sono sempre una scelta vincente.

I benefici della pasta

Oltre al suo sapore inconfondibile, la pasta offre anche numerosi benefici per la salute. Consumare pasta e cereali, specialmente quelli integrali, può contribuire a ridurre il rischio di infarto. La dieta mediterranea, con la pasta come uno dei suoi pilastri, è stata riconosciuta per i suoi effetti positivi sulla salute del cuore e sulla riduzione del colesterolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oggi è il Pasta day: scopri le ricette, i formati e come abbinarli ai condimenti

TrevisoToday è in caricamento