← Tutte le segnalazioni

Altro

60 km in solitaria per promuovere il progetto "Viaggio Podistico 2017"

60 km in solitaria, in autonomia e con più di 3000 metri di dislivello positivo. E' questo il mezzo che Alberto Bressan "Pasteo" e Nicola Nardi hanno escogitato per promuovere il loro progetto "Viaggio Podistico 2017" verso l'adunata A.N.A. di Treviso. Tutto questo é servito sia come allenamento verso il Gran Raid delle Prealpi sia per tenere alto l' interesse attorno alla serata di presentazione che si svolgerà venerdì 6 maggio a Barbisano presso l'Ist. La Nostra Famiglia. Nella mattinata di sabato Nicola, il capitano del gruppo, é salito sulle Prealpi. La mattinata si é presentata freddina e in programma c'era un "lungo" di circa 60 km con un dislivello impegnativo per abituare le gambe a sopportare diverse ore di escursione. Dopo aver lasciato il centro di Cison di Valmarino attraversa la famosa via maestra verso il paesino di Tovena in direzione Monte Cimone. Discesa veloce verso San Boldo, successivamente il bivacco Costacurta e Vallon Scuro. Con un po' di fatica é arrivato a Praderadego e poi via di nuovo verso il Col de Moi. Passaggi suggestivi sul Crodon del Gevero, il bivacco Loff, Bosco delle Penne Mozze e sentiero Pissol. Nonostante tutto trova l'energia per affrontare l' impegnativo sentiero Scaletta. Al 37° km il "capitano" ha stretto i denti, puntando il Colle Zanin, riportandosi al bivacco Loff e giù in discesa verso località Campo. Al 41° km nuovo transito a Tovena e la stanchezza gli fa decidere di proseguire lungo la ciclabile verso Cison di Valmarino concludendo 50 km con 3030 metri di dislivello positivo.
Bressan invece ha dovuto allenarsi domenica partendo all'alba sempre in solitaria ed in autonomia. Partito da Barbisano ha scalato le colline che portano a Vittorio Veneto. Dalla Madonna della Salute, sotto un diluvio, é salito sulle creste passando per le suggestive Grotte del Caglieron. Raggiunto Borgo Sonego, ha sofferto la ripida salita che porta a Cadolten dove il vento sferzava violento e quindi é transitato per il Pian Cansiglio. Passando per il rifugio Maset ha poi proseguito tramite il Col dei Scioss in direzione monte Cavallo. Poco dopo Malga Scioss ha dovuto lottare con una vera e propria bufera di neve che lo ha ostacolato fino a casera Campo. Anche i nevai e la neve fresca hanno cercato di frenare il runner ma con scarso esito. Dopo casera Campo la situazione si è normalizzata ed affrontando l'ultima salita ha raggiunto Piancavallo dopo 60 km. e 3350 m. di dislivello positivo.
I due atleti attenderanno gli appassionati ed i curiosi venerdì 6 maggio all'istituto La Nostra Famiglia alle ore 20.30 per una serata di sport, beneficenza e condivisione. Ospiti della serata: Virginio Trentin, campione del mondo di maratona MASTER e Marta Da Pra, atleta di corsa campestre e sci di fondo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Grazie

Segnalazioni popolari

Torna su
TrevisoToday è in caricamento