Alimentazione e corretti stili di vita: due appuntamenti allo sportello K-Point

Gli incontri tenuti dalla dietista dottoressa Patrizia Chiamulera si svolgeranno a Tarzo il 7 e il 14 febbraio dalle ore 15 alle ore 16.30

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Dopo l’inaugurazione dello scorso novembre, lo sportello K-Point (voluto da Korian Istituto Padre Pio in collaborazione con il Comune di Tarzo) ospiterà due incontri del progetto “Alimentazione e corretti stili di vita”, un percorso interattivo dedicato all’alimentazione.

Gli appuntamenti, a cura della dottoressa Patrizia Chiamulera, sono previsti il 7 e il 14 febbraio dalle ore 15 alle ore 16.30 presso lo sportello K-Point in via Roma 42 a Tarzo. Gli eventi sono gratuiti ed aperti a tutta la cittadinanza. Il progetto “Alimentazione e corretti stili di vita” è stato ideato da Korian, leader europeo nei servizi di assistenza e cura delle persone anziane, che a Tarzo è presente con il Centro Servizi Istituto Padre Pio. Per informazioni sugli incontri è possibile telefonare al numero dedicato 3488466008 dalle 14.30 alle 16.30. «L’apertura dello sportello K-Point, in collaborazione con il Comune di Tarzo, è per noi motivo di grande orgoglio e oggi siamo felici di annunciare due appuntamenti dedicati al tema dell’alimentazione - dichiara Silvia Da Re, Direttore Gestionale Istituto Padre Pio Korian - Le iniziative presso K-Point stanno avendo un buon successo e per questo puntiamo a portare avanti il nostro impegno verso il territorio programmando incontri dedicati a tematiche sempre diverse, proprio per offrire supporto ed informazione ad un pubblico sempre più ampio». Lo sportello K-Point è a disposizione del territorio e dei Comuni limitrofi per offrire gratuitamente informazioni e supporto agli anziani e a chi se ne prende cura. Il progetto è supportato da specialisti che forniscono alle famiglie un’assistenza completa: psicologo, fisioterapista, educatore, logopedista, operatore sociosanitario e inferiore. Lo sportello ha lo scopo di: sensibilizzare su salute, stili di vita e prevenzione; dare sostegno e cura ad anziani e caregiver, in un’ottica di miglioramento delle qualità di vita e dell’assistenza; dare orientamento e informazione sulle modalità per accedere a servizi socio-sanitari e assistenziali del territorio, ad esempio a seguito di un ricovero ospedaliero; dare supporto a una domiciliarità sostenibile con un progetto di cura personalizzato, ad esempio fornendo consulenza sulla riorganizzazione dell’abitazione o formazione sull’igiene e la cura della persona.

Infine, lo sportello ha l’obiettivo di contrastare isolamento e solitudine, attraverso momenti di socializzazione e incontri rivolti a tutta la popolazione, come ad esempio: incontri di potenziamento della memoria; gruppi di stimolazione cognitiva per coloro che soffrono di disturbi del comportamento; incontri di sensibilizzazione sugli stili di vita sani. Il Gruppo Korian, con centri in Italia, Francia, Germania, Belgio, Paesi Bassi e Spagna, è leader europeo nei servizi di assistenza e cura, e vanta una forte expertise nella gestione di pazienti con demenza. L’Alzheimer e le demenze in genere sono infatti una delle prime cause di ricovero in residenze assistite. Korian offre ogni anno assistenza a 5500 pazienti affetti da questa patologia, forte di un approccio targato Korian che prende il nome di “Positive Care”. Per le forme di Alzheimer e di demenza grave, Korian dispone inoltre in Italia di 17 centri specializzati dotati di un nucleo protetto e due Centri Diurni Integrati appositamente dedicati. In tutte queste strutture vengono offerte ai malati di Alzheimer le condizioni necessarie di tutela e gli stimoli riabilitativi adeguati alle loro compromesse capacità cognitive e funzionali attraverso specifici progetti di terapia non farmacologica, uno dei punti cardine della Positive Care. A Tarzo, presso l’Istituto Padre Pio, in particolare sono presenti il nucleo Alzheimer, il Centro Diurno per anziani e la Casa di Riposo per persone anziane non autosufficienti. Le prestazioni erogate sono inserite nella Rete dei Servizi dell’Ulss 2.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento