← Tutte le segnalazioni

Altro

Scuole chiuse per il Coronavirus: azienda apre un asilo per i figli delle dipendenti

Via Tommaso Salsa, 75 · Carbonera

L'azienda di Carbonera White srl, nella quale si producono e vendono in tutta Europa dispositivi antifurto a nebbiogeno, ha da sempre deciso di investire su giovani e donne, tant'è che dei 38 dipendenti 29 sono donne e l'eta media è sotto ai 30 anni.

In questi giorni, oltre ai vari problemi legati al commercio bloccato dalle misure adottate dal Governo, un enorme problema per un'azienda così a trazione femminile è quello degli asili e delle scuole chiuse. Sono molte le mamme e neomamme impiegate in azienda. La direzione ha deciso di investire in un asilo temporaneo all'interno dell'azienda, atrezzandolo con giochi e materiale istruttivo/educativo assumendo una maestra che segue i bambini durante l'orario di lavoro. Questo ha un costo ed un impegno non indifferente per l'azienda ma, allo stesso tempo, è un servizio necessario per poter permettere alle collaboratrici di lavorare serene senza il pensiero di dove lasciare i bambini. Un esempio di una piccola media impresa trevigiana che, invece di abbattersi, si rimbocca le maniche in un momento di difficoltà.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Tanto valeva tenere aperto l’asilo ????????????????

  • Lo viola eccome... il decreto invita i bambini a stare lontani per ridurre i potenziali contagi e in questo modo li si riunisce di nuovo... e i bambini giocano si baciano abbracciano e si mettono le mani in bocca nel nasino e... ecco fatto un bel contagio di massa!!!

  • Non viola il decreto?

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento