Bicicletta e cultura: a Mogliano nasce Fiab - vivere la bici si presenta ai cittadini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Venerdì 4 marzo alle 20.45 la neo-nata FIAB Mogliano Veneto - Vivere la Bici, si presenta per la prima volta ai cittadini svelando il programma 2016. L'incontro, aperto a tutti - appassionati e curiosi - si terrà nella sede dell'associazione in galleria Aldo Moro quartiere EST, Via Casoni. Ospite d'eccezione della serata sarà Franco Testa, ciclista moglianese, vincitore alle Olimpiadi di Roma nel 1960 e argento a Tokyo nel '64 in inseguimento a squadre.

Finalmente anche a Mogliano FIAB ha preso vita: dei volontari fortemente motivati hanno istituito l'associazione culturale e approntato un calendario di percorsi organizzati per valorizzare il territorio; oltre alle attività ciclo-escursionistiche che andranno dal Veneto alla Croazia, durante l'anno ci saranno anche incontri con scrittori che hanno dato il loro contributo letterario alle tematiche legate alla bicicletta. Non mancheranno anche videoproiezioni su cicloviaggi ed approfondimenti sull'aspetto legale legato alla bicicletta.

Quello che caratterizza FIAB Mogliano Veneto - Vivere la Bici è l'approccio culturale; ogni "gita" verrà infatti accompagnata da una lettura consigliata, una sorta di preparazione letteraria per lo spirito dei ciclisti amatoriali che vorranno intraprendere i percorsi organizzati dal gruppo moglianese.

L'associazione moglianese fa capo alla già famosa FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), l'associazione degli appassionati della bicicletta, vanta migliaia di iscritti in tutto il territorio nazionale da più di vent'anni e promuove l'uso della bicicletta come alternativa al trasporto urbano motorizzato ispirandosi alle maggiori capitali del Nord Europa essendo sana, ecologica, economica, divertente e socializzante.

FIAB promuove provvedimenti per la costruzione di piste ciclabili, moderazione del traffico e sicurezza stradale, elabora proposte culturali ed incontri con autori ed istituzioni pubbliche.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento