← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Zaia promette tamponi a tutti ma non vengono effettuati agli operatori sanitari delle malattie infettive

Piazzale dell'Ospedale, 1 · Sant'Antonino

Come da titolo riporto la mia mail che ho inviato qualche giorno fa alla segreteria di Zaia e alla ULSS2 dalla quale attendo ancora una risposta: "Buonasera, sono il convivente di una delle infermiere che lavorano presso il Ca' Foncello di Treviso nel reparto malattie infettive e quindi a stretto contatto coi pazienti affetti da Covid. Vi scrivo la mia preoccupazione a riguardo della salute della mia compagna e dei suoi colleghi, in quanto a distanza di settimane dai primi contatti con i primi Covid tuttora nessuno di loro è stato sottoposto a un tampone, nonostante sia stato più volte sollevato il problema dal personale. Si parla della necessità di individuare gli asintomatici ma il disinteresse nel cercarlo all'interno degli operatori sanitari che sono tra i più esposti nonostante le reiterate richieste mi lascia perplesso e vi chiedo col cuore di agire dando il supporto e la sicurezza che merita il vostro personale e non dimenticando che a sua volta purtroppo, in caso di positività, un elemento può essere esso stesso un veicolo di infezione per i colleghi e i familiari. Saluti".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Caro Rinaldo hai completamente ragione, l'ipocrisia che regna fra i dirigenti ospedalieri è disgustosa, fino al 3 di marzo addirittura proibivano l'uso delle mascherine nei corridoi per non spaventare l'utenza e i tamponi li stanno facendo ai sanitari solo dalla scorsa settimana. Ancora oggi riservano le mascherine filtranti ai soli reparti covid-19 e ai pronti soccorso, per tutti gli altri solo mascherine chirurgiche (che non sono dei Dpi) e a fatica, non hanno fatto i tamponi neanche a colleghi con manifestazioni febbrili, colleghi vaccinati contro l'influenza....

  • confermo che stanno procedendo con i test rapidi sul personale!

  • Mi ha appena chiamato la segreteria della direzione sanitaria dicendomi che stanno provvedendo per fare il tampone a tutto il personale sanitario in tempi brevi

  • Ciao ho letto la tua preoccupazione, anche la mia compagna lavora al cafoncello, e sono arrabbiato ma arrabbiato che entrerei in ospedale e prenderei a sberle tutti i dirigenti e grandi capoccioni... Tutti falsi,tutti zitti per paura di cosa? Ho litigato molte volte con la mia compagna, tu non vai al lavoro affinché non daranno dispositivi adeguati in tutto e per tutto per affrontare questo virus... Lei ha sempre riposto, non posso... Non puoi? Sei pagata per morire o per salvare la vita altrui? Come mai i dipendenti che distribuiscono il cibo ai piani erano abbardati di tutto punto, già dalla fine di febbraio e invece tutto il restante personale era lì, messo alla gogna? E come mai sono stato tutti zitti sapendo che la peste del corona era già in quasi tutti i reparti? Mi sento preso in giro, ora la madre della. Mia compagna e risultata positiva, anche lei dipendente della struttura... Vorrei tanto denunciare tante cose, ma siccome siamo un branco di pecore, nel senso buono intendo, per paura sono e se ne staranno zitti... Ma intanto quella bestia sta facendo le sue vittime. Vittime che dal primo giorno dovevano essere messe in sicurezza in tutto e per tutto... Siamo proprio polentoni..

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento