Parola d’ordine “innovazione”. Design, sviluppo del prodotto e organizzazione della produzione: tre tappe per cambiare l’azienda.

Workshop di GC&P dedicati all’innovazione: 20 aprile, 4 e 18 maggio 2016.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Un percorso formativo dedicato all'innovazione e allo sviluppo di prodotto, in tre tappe (20 aprile, 4 e 18 maggio 2016) che si terranno nello spazio espositivo HANGAR | La fornace di Asolo, in Via Strada Muson 2/C, ad Asolo (TV), con orario 9.00 - 13.00. È questa la proposta della società di consulenza Gianesin Canepari & Partners, che si realizza in collaborazione con Arte Artigiana. Ogni evento prevede una quota di partecipazione (€ 150). Per informazioni contattare c.canciani@gianesincanepari.com (tel. 392 9427254 - 0423 951785).

Si inizia mercoledì 20 aprile con un approfondimento sulla capacità di innovare e di generare nuove idee, ovvero sul rapporto tra innovazione e imprenditorialità. «Innovare è innanzitutto un atteggiamento mentale che si sviluppa nel gruppo di lavoro - afferma l'ing. Alessio Castellaro, consulente esperto di innovazione - e parte da un allineamento comune e da una ridefinizione del ruolo del top management. È una questione di strategia, e per questo è possibile compiere un percorso di crescita che passa innanzitutto attraverso l'organizzazione dell'operatività e l'utilizzo di strumenti che aiutano ad individuare e a definire una strategia globale.»

Il workshop del 20 aprile verte proprio sul tema del cambiamento volto all'innovazione, un approfondimento sulla capacità delle organizzazioni di innovare con profitto. L'imprenditore troverà risposte ai suoi quesiti su come approfittare delle nuove opportunità che il mercato globale offre, o come fare della propria impresa un sistema resistente alla competizione, per garantirne il successo attuale e futuro. Casi di studio ed esercizi in aula permetteranno di individuare le modalità per ricercare, favorire e governare l'innovazione.

Verrà inoltre presentata la metodologia di indagine "InnoSurveyTM" uno strumento che consente di definire il profilo dell'azienda valutandone il grado di capacità innovativa in diversi ambiti (prodotto, rapporto con i clienti, processi aziendali, organizzazione, brand). Da un questionario, che può essere ripetuto nel tempo per vedere l'evoluzione dell'organizzazione, si ricava anche una descrizione oggettiva dello stile di gestione e delle potenzialità presenti in azienda. La singola realtà viene poi messa in relazione ad un database di più di 1000 aziende europee e nordamericane (entro fine 2016 saranno 2000 aziende censite), per un confronto con i benchmark esterni del mercato di riferimento.

Il secondo appuntamento si terrà mercoledì 4 maggio, sempre dalle 9 alle 13, sul tema del "Design management, dall'analisi agli obiettivi", e presenterà un metodo per ripensare il prodotto dal punto di vista del design, vera leva strategica capace di generare vantaggio competitivo e competere nei mercati globali. «Portare in azienda una mentalità "Design Oriented" - afferma Massimo Rosati, esperto di Design Management e docente del corso - diventa fondamentale per creare un proprio progetto vincente. Con questo workshop l'imprenditore imparerà a valorizzare al meglio le proprie potenzialità innovative, a scegliere il progetto e il mercato di riferimento più adatti e a mettere in pratica tutti gli strumenti e le strategie del Design Management, per garantire l'efficacia del progetto.»

L'ultima data, mercoledì 18 maggio, è dedicata alla metodologia di produzione snella, che consente di tradurre le idee in prodotti di successo. In particolare, il corso si concentrerà sulle tre variabili chiave dell'area tecnica: tempi, costi e qualità. Gli uffici tecnici sviluppano spesso un numero elevato di prodotti, con il rischio di errore su diversi fronti. È quindi fondamentale comprendere il proprio potenziale produttivo e conoscere le tecniche per poter gestire nel modo più efficace i progetti.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento