"Per tutto l'oro del Mondo" di Massimo Carlotto al Teatro del Pane

Cena a tinte noir e presentazione dell'ultima fatica letteraria dell'autore padovano a Villorba di Treviso

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

MASSIMO CARLOTTO – PER TUTTO L’ORO DEL MONDO

GIOVEDI' 14 gennaio 2016

TEATRO DEL PANE - FONTANE DI VILLORBA (TV)

Al Teatro del Pane - via Fontane 91, Fontane di Villorba (TV) – riparte la programmazione dopo le feste, e come primo ospite del nuovo anno, vi attende, giovedì 14 gennaio, uno dei più grandi romanzieri noir contemporanei: Massimo Carlotto.

Autore, sceneggiatore e drammaturgo, pubblicato in una ventina di lingue e unico romanziere italiano, a parte Umberto Eco, ad aver ricevuto una nomination per l’Edgar Award (l’equivalente del Premio Oscar per la letteratura noir); Massimo Carlotto presenterà al Teatro del Pane il suo ultimo romanzo Per tutto l’oro del mondo (Edizioni  E/O), seconda parte di un dittico - che ha il proprio inizio ne La banda degli amanti (Edizioni  E/O) - interamente dedicato al suo personaggio culto Marco Buratti, a.k.a. l’Alligatore, figura letteraria al centro di una serie di otto romanzi che hanno venduto, negli anni, oltre un milione di copie.

Ed è l’Alligatore, da sempre, figura oltremodo legata al Veneto, al Nordest e ai chiaroscuri di questa terra di confine. Investigatore privato senza licenza, Buratti si trova in questo ultimo romanzo di Carlotto a indagare su una rapina avvenuta due anni prima, una delle tante perpetrate nelle ville del Nordest, finita in tragedia con un duplice e brutale omicidio. Il suo cliente è giovane, il più giovane che gli sia mai capitato, ha appena dodici anni ed è il figlio di una delle vittime. Lo ingaggia, offrendogli venti centesimi di anticipo. Fin dall’inizio, la verità apparirà sconvolgente e contorta, per certi versi inaccettabile. L’Alligatore e i suoi soci, Beniamino Rossini e Max La Memoria si ritroveranno invischiati in una vicenda di oro e di vendetta che li obbliga a scontrarsi con bande di rapinatori e criminali insospettabili. e si trasforma presto in una trappola infernale. Massimo Carlotto, con questo romanzo, affronta un tema scottante come quello delle rapine nelle ville, nervo scoperto di un intero territorio che spesso reagisce in maniera scomposta.

Con questa storia, lo scrittore padovano proporrà un punto di vista inedito su dinamiche criminali e sociali che s’intrecciano in spirali perverse. Lo farà, fedele a quel suo stile, che ha imposto la letteratura noir come strumento privilegiato d’indagine delle pieghe più cupe di un territorio e di una collettività nella quale troppo spesso si annidano predatori, capaci di costruire imperi del male che sfruttano i meccanismi del ricatto, della corruzione e della commistione velenosa fra legale e illegale. In questo senso, sembra corretto poter concludere: il noir come grande romanzo popolare e sociale, più d’ogni altro.

A introdurre e discutere con Massimo Carlotto del nuovo romanzo e delle linee narrative della sua letteratura, ci sarà Matteo Strukul, anch’egli romanziere padovano, scoperto proprio da Carlotto nel 2011 con il romanzo La ballata di Mila, pubblicato nella collana Sabot/Age da lui curata, e diretta da Colomba Rossi, per le Edizioni E/O.

L’autore sarà disponibile per firmare le copie dei suoi romanzi alle 18.30 presso la Libreria Lovat di Villorba (Via Isaac Newton, 13, 31020 Villorba TV) e successivamente nel corso della presentazione presso il Teatro del Pane, dove dalle 20 inizierà la Cena con l'autore con un particolare menù dalle tinte noir.

Apertura ore: 19.30. Cena ore: 20.00. Presentazione ore: 21.30. Contributo cena 25€.

Per info: info@teatrodelpane.it. Come arrivare al Teatro del Pane: https://teatrodelpane.it/contatti/

Torna su
TrevisoToday è in caricamento