Monastier: l'azienda Texa regala venti computer alla scuola media

La cerimonia di inaugurazione l'ultimo giorno di scuola, sabato 9 giugno, alla presenza del presidente di Texa Spa Bruno Vianello, della dirigente scolastica reggente Antonina Randazzo, della sindaca di Monastier Paola Moro.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

MONASTIER DI TREVISO Ultimo giorno con sorpresa alla scuola media di Monastier, con la consegna da parte di Texa Spa – che ha quartier generale in paese – dell'allestimento completo dell'aula di informatica della scuola e presentazione del progetto didattico “Jules Verne”, che prenderà avvio già dal prossimo anno scolastico, grazie ad una convenzione stipulata dall'Istituto comprensivo di Roncade con l'azienda e con il Comune di Monastier di Treviso.

In particolare, Texa ha regalato alla scuola media di Monastier 20 computer notebook Dell Latitude ed altrettanti HP EliteBook, 1 stampante laser e 2 proiettori, nell’ottica di favorire il lavoro didattico dei docenti e facilitare le lezioni con supporti moderni e potenti. Per Texa Spa è intervenuto il presidente, Bruno Vianello, che ha incitato i giovani studenti “ad essere curiosi ed intraprendenti, ad assecondare le proprie passioni, a studiare con impegno, ad essere ambiziosi, senza avere la paura di 'pensare in grande', per prepararvi adeguatamente al vostro futuro lavorativo. Aziende come la nostra hanno bisogno di lavoratori onesti e competenti. Quando anch'io era giovane come voi – ha spiegato l'imprenditore – ero grande appassionato dei romanzi del francese Jules Verne, l'autore di 'Ventimila leghe sotto i mari', al quale abbiamo dedicato il progetto formativo che Texa realizzerà con voi studenti della scuola media di Monastier, aprendovi le porte con alcuni laboratori di conoscenza della nostra realtà aziendale. Il mio desiderio? Che qualcuno fra voi si innamori di Texa, e che un giorno chieda di lavorare con noi, che abbiamo deciso di rimanere in Italia, pur operando a livello internazionale”.

Antonina Randazzo, dirigente scolastico reggente dell'Istituto Comprensivo di Roncade, ringraziando Texa per la sua disponibilità e generosità, anche a nome dei docenti della scuola, ha sottolineato l'importanza di un'iniziativa di questo genere, che amplia l'offerta formativa dell'istituto. “In Italia, dove già siamo molto forti sul piano umanistico, essenziale diventa un progetto di questo tipo, sviluppato in accordo stretto fra scuola ed azienda, per implementare la formazione tecnico-scientifica. Questa iniziativa ha inoltre grande valenza strategica in termini di orientamento scolastico e di pari opportunità, anche nei confronti delle ragazze, che spesso scartano a priori la formazione tecnica”. Alla cerimonia di inaugurazione dell'aula informatica e del progetto didattico “Jules Verne” la sindaca di Monastier Paola Moro, ringraziando l'assessore alla Scuola Stefano Dussin, ha ricordato che “Texa a livello nazionale è una delle realtà più attente al mondo dei giovani e della formazione (risale al 2004 il lancio del progetto Texaedu, una scuola di formazione riconosciuta dal Ministero dell’Educazione che, oltre ai corsi per meccanici, offre competenze di meccatronica agli studenti di scuole tecniche-professionali), per la prima volta coinvolge studenti di scuola secondaria inferiore. Grazie per averci dato l'opportunità di mettere in campo un progetto visionario, che approccia i nostri ragazzi al futuro mondo del lavoro, mediante mezze giornate di esperienza direttamente in fabbrica, dove verranno allestiti per gli alunni di Monastier una sorta di 'laboratori in miniatura'”. “I giovani – ha concluso Bruno Vianello – sono il nostro futuro e Texa è da sempre attenta alla loro crescita. Io credo sia importante stimolarne le passioni, che renderanno il loro percorso di studio e di lavoro più facile ed avvincente”. Presenti al taglio del nastro anche Silvia La Placa, responsabile del programma Texaedu; Sandro Gomiero e Roberto Camata, rispettivamente responsabile del plesso scolastico di Monastier e docente di tecnologia; Nicoletta Riccamboni di Unindustria Treviso; Gianluca Bidogia vicesindaco e Paola Sartori assessore alle Attività produttive di Monastier.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento