← Tutte le segnalazioni

Altro

Treviso-Ostiglia, ultimo miglio: rinasce il bosco lineare

Viale della Serenissima · San Giuseppe

Il colpo d'occhio già ora è suggestivo e lascia facilmente intuire la bellezza di ciò che sarà a compimento della piantumazione, in atto dalla scorsa settimana, di circa un centinaio di carpini lungo il tratto dell'Ultimo Miglio che sta tra i due tunnel , il Po ed il Serenissima che passano rispettivamente sotto la tangenziale ed il viale omonimo. Siamo in area Cerd- ex Dogana e lo splendido progetto dell'architetto Gennaro Memmoli e dell'ing. Ubaldo Fanton prevedeva il ripristino del bosco lineare, peculiarità della ciclopedonale e per questo detta pure "strada del Respiro", azzerato quando, alla fine del secolo scorso, si attrezzò la zona con edifici e strade in previsione dello spostamento dello scalo merci "Motta" e del collegamento di questo coll'aeroporto.e con l'erigenda dogana. Uno dei lati del tratto, quello rivolto verso strada di Boiago, era già stato piantumato ad agosto con essenze a carattere arbustivo quali osmanthus, oleandri, piracanta scelte per le splendide fioriture , la rusticità e la scarsa manutenzione, il vero tasto dolente del patrimonio verde cittadino. Ora il lato prospiciente l'ecocentro avrà un filare di carpini , circa un'ottantina, le cui tremule foglie , caratteristica della pianta, cadono soltanto alla maturazione delle nuove regalando così un verde perenne. Il lavoro dovrebbe essere ultimato nella prossima settimana con la messa a dimora anche di una trentina di betulle nello spiazzo antistante il tunnel Serenissima dove si stanno predisponendo i muretti di contenimento e gli scoli per l'acqua piovana. Pian piano dunque si procede ma la speranza di veder consegnata l'opera per fine anno, magari come meraviglioso regalo di Natale è, salvo incredibili miracoli, ormai tramontata. Il ritardo accumulato infatti ammonta, ad oggi, a ben 1 anno e 45 giorni ed è avvilente dover "dirottare" le centinaia di ecursionisti che giungono quotidianamente davanti alle inferriate che sigillano il cantiere in strada dell'Aeroporto, verso trafficate strade comunali o, peggio, attraversamenti obbligati di statali. Questo gioiello deve splendere e deve farlo presto!

Vittore Trabucco

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
TrevisoToday è in caricamento