Alto Trevigiano Servizi: un'azienda all'insegna del GREEN

Ecco tutte le iniziative a tutela dell'ambiente, dal consumo di energia rinnovabile all'utilizzo di materiali biodegradabili

Altro Trevigiano Servizi è un’azienda da sempre sensibile al tema della sostenibilità ambientale. A confermarlo sono le statistiche, ma anche le iniziative intraprese per portare l’azienda sempre più verso un approccio “green”.

Nel triennio 2017-2019, infatti, il consumo energetico è diminuito dell’8,4 per cento e nel 2019 il 22,7 per cento dell’energia consumata deriva da fonti rinnovabili. Questo anche grazie ad alcune azioni intraprese nell’area del parco mezzi aziendale. Nel 2016 Ats ha iniziato un percorso di rinnovo adottando una politica di ammodernamento che prevede la dismissione dei veicoli di omologazione più vecchia e ad alto consumo e la loro sostituzione con mezzi nuovi e a minor impatto ambientale.

ImmagineAuto1-2

Su 131 automezzi, infatti, 123 sono diesel, 7 sono elettrici e 1 è benzina/Gpl. Di questi, 105 sono mezzi Euro 6, 11 Euro 5, 7 a emissioni zero, 4 a Euro 4 e solo 4 a Euro 0, a Euro 2 oppure 3. Il 94 per cento della flotta aziendale è quindi a basso impatto ambientale. Inoltre, nelle varie sedi aziendali, sono state installate apposite colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici sia aziendali che dei dipendenti e degli utenti.

ImmagineAuto2-2

Ma le azioni “green” di Ats non si limitano agli automezzi. L’azienda è anche proprietaria di 2 impianti fotovoltaici nelle sedi di Riese Pio X e di Montebelluna. Sono state sfruttare queste sedi direzionali e operative per l’installazione di un parco fotovoltaico di produzione elettrica da energia solare che, aggiungendosi all’energia pulita prodotta presso gli impianti di depurazione, ha permesso l’adozione di logiche di mobilità elettrica da fonte “green”.ImmagineAcqua_Uffici-2

L’attenzione ambientale coinvolge tutta la filiera aziendale. All’interno degli uffici si utilizzano dispositivi per la stampa e la digitalizzazione ad alta efficienza energetica. Ats, ad esempio, adotta una tecnologia di stampa centralizzata, che permette di evitare stampe non necessarie, con il monitoraggio tramite contatori per evitare sprechi. Viene utilizzato inchiostro a basso impatto e carta sia proveniente da foreste certificate gestite in conformità ai criteri Pefc e di sostenibilità sia totalmente riciclata e certificata Fsc. Tale marchio garantisce che l’intera filiera legno-carta standard derivi da una gestione forestale rispettosa dell’ambiente. All’interno delle sedi, inoltre, sono stati sostituiti i vecchi bicchieri in plastica con nuovi bicchieri trasparenti biodegradabili e sono stati collocati erogatori d’acqua proprio per permettere ai dipendenti e utenti di dissetarsi senza utilizzare bottiglie di plastica. In sala consiglio si usano caraffa e bicchieri, sempre biodegradabili. Questo ha portato un vantaggio ambientale: ogni anno Ats risparmia mediamente 22.500 bottiglie d’acqua da un litro. Nei bagni aziendali, infine, sono stati installati asciugatori automatici ad aria calda, consentendo così di risparmiare salviette di carta.

Per maggiori informazioni, visita il sito.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Acque pulite per Ats: i dati dei campioni parlano di assenza di inquinanti

  • Tubazioni dell'acquedotto da sostituire, 70 giorni di lavori in via Montello

  • Giavera del Montello, lavori in corso sulla condotta idrica di via Fermi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento