rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Alto Trevigiano Servizi Centro / Via Angelo Garbizza

Acquedotto, 450 metri da sostituire dentro Mura: lavori in partenza

Da lunedì 8 novembre Alto Trevigiano Servizi darà il via all'intervento in Via Garbizza, Via Risorgimento e vicolo delle Absidi in zona San Nicolò a Treviso. Modifiche al traffico, 130mila il costo dell'opera

Inizieranno la prossima settimana e dureranno quattro mesi i lavori di Alto Trevigiano Servizi per la sostituzione di 450 metri di rete idrica in centro storico a Treviso, precisamente in via Garbizza, via Risorgimento (tratto a sud dell’intersezione con via Garbizza), via e vicolo delle Absidi in zona San Nicolò. Il progetto prevede la sostituzione delle attuali condotte ormai datate con nuove tubazioni in ghisa. Compresi nel piano, il rifacimento dei nodi idraulici e gli allacciamenti, oltre all’installazione dei pozzetti per i contatori al limite delle proprietà private così come prevede il regolamento di Ats. Il costo dell'intervento è di 130mila euro. Per consentire l’esecuzione del cantiere, il tratto sarà chiuso al traffico, garantendo comunque l’accesso ai frontisti.

Foto via Garbizza-2

«I lavori di sostituzione che l’azienda si accinge a effettuare in quell’area sono di fondamentale importanza per l’ammodernamento della rete nel centro cittadino, ridurre le perdite e quindi rendere più efficiente il sistema idrico in un contesto delicato come la zona interna alle Mura - commenta l’amministratore delegato di Ats, Pierpaolo Florian - Il cantiere di Ats avverrà contestualmente a quello programmato dal Comune di Treviso lungo via Garbizza per la posa dei cavidotti necessari alla futura illuminazione pubblica». «L’illuminazione di quella via è un’opera necessaria per garantire la sicurezza di residenti e passanti - conclude l’assessore ai Lavori pubblici, Sandro Zampese - Inoltre, si tratta di un’area importante dal punto di vista storico-artistico per la città che riteniamo giusto valorizzare, essendo a pochi passi dalle chiese di San Nicolò e di San Teonisto, oltre che al complesso del seminario vescovile di Treviso. In sinergia con Ats, abbiamo programmato di predisporre le opere per l’illuminazione pubblica contestualmente ai lavori di sostituzione della rete acquedottistica così da limitare il più possibile il disagio ai residenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquedotto, 450 metri da sostituire dentro Mura: lavori in partenza

TrevisoToday è in caricamento