Turismo, formazione di cicloguide per turismo su due ruote

La provincia trevigiana sarà il "terreno" di formazione di guide turistiche molto particolari: paliamo di guide turistiche che saranno a servizio dei turisti cicloamatori e di quanti desiderino visitare e conoscere in modo "slow" il territorio utilizzando la bicicletta, con la sicurezza di avere al loro fianco un "supporto tecnico" che abbia una specifica preparazione

La Provincia di Treviso offre una serie di percorsi ciclabili, concentrati a nord del territorio, tutti con caratteristiche particolari per assecondare i gusti degli amanti della due ruote ecologica. Per gli amanti del buon vino ci sono gli itinerari delle strade dei vini: la Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano e Valdobbiadene, la Strada dei Vini del Montello e dei Colli Asolani e la Strada dei Vini del Piave. Per chi preferisce invece l’arte e i piccoli borghi caratteristici della marca trevigiana c’è “Bici in Vacanza”: 500 km divisi in otto tappe che guidano il turista sulle dolci colline delle prealpi e lungo i fiumi che attraversano la fertile pianura. Lungo il percorso non mancano vecchi borghi, ville venete, abbazie, castelli e torri medievali.  Per gli amanti della natura c’è infine il “GiraSile” un percorso all'interno del Parco Naturale Regionale del Sile, il fiume di risorgiva più lungo d'Europa.     
 

Vista l’importanza che la bicicletta ha assunto per la Regione Veneto e in modo particolare per la provincia trevigiana, proprio quest’ultima sarà il “terreno” di formazione di guide turistiche molto particolari: paliamo di guide turistiche che saranno a servizio dei turisti cicloamatori e di quanti desiderino visitare e conoscere in modo “slow” il territorio utilizzando la bicicletta, con la sicurezza di avere al loro fianco un “supporto tecnico” che abbia una specifica preparazione. Questo progetto è frutto di un accordo firmato questa mattina a Palazzo Balbi di Venezia tra Federazione Ciclistica Italiana e il Club di prodotto “Treviso la provincia dello sport”, il primo club di prodotto dedicato al turismo sportivo nato in Veneto da una comune progettualità tra la Provincia ed il Consorzio di Promozione Marca Treviso.
 

Si tratta di corsi che generalmente si sviluppano su due giornate (dal venerdì pomeriggio al mattino della domenica) e che interessano mediamente 40 persone oltre ai docenti ed alla segreteria.
 

“La bicicletta per il Veneto rappresenta una passione diffusa e una opportunità di valorizzazione e di promozione dell’intero territorio. Ormai da anni il cicloturismo si è affermato come prodotto di punta per la nostra promozione turistica – ha affermato l’assessore al turismo del Veneto Marino Finozzi – e in questo contesto la formazione di guide ciclosportive con una specializzazione legata al turismo creerebbe una nuova figura professionale di fondamentale importanza. Accolgo con entusiasmo la scelta della Federazione Ciclistica Italiana come partner in questo importante progetto”.
 

Alla firma erano presenti tra gli altri, oltre l’assessore al turismo del Veneto Marino Finozzi, il neo assessore al turismo della Provincia di Treviso Silvia Moro, il presidente regionale del Coni Gianfranco Bardelle.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TrevisoToday è in caricamento