rotate-mobile
publisher partner
Savno servizi

Piave Net 2023: raccolte dal Piave più di 3 tonnellate di rifiuti

Ogni Comune ha raccolto in media quasi 350 kg di rifiuti ciascuno. Insieme a resti di picnic, mozziconi di sigaretta e bottiglie di plastica sono stati ritrovati anche un dolcificatore per l’acqua e un seggiolone da bambino

Più di 3 tonnellate, 3.050 kg per l’esattezza, l’equivalente del peso di circa 25 motociclette di media cilindrata: questo il totale del rifiuto raccolto dal migliaio di partecipanti alla seconda edizione di Piave Net, giornata di pulizia straordinaria del fiume Piave promossa da Savno e dal Consiglio di Bacino Sinistra Piave il primo weekend di maggio.

Hanno partecipato alla manifestazione cittadini, associazioni e scuole di 9 Comuni rivieraschi del territorio: Salgareda, Cimadolmo, Ponte di Piave, Santa Lucia di Piave, Sernaglia della Battaglia, Moriago della Battaglia, Vidor, Valdobbiadene e Ormelle. Rinviati, a causa del maltempo, invece, gli appuntamenti di Mareno di Piave e Segusino. Nel 2022 l’ammontare complessivo di spazzatura rimossa all’incirca dallo stesso numero di volontari era stato di 1.370 kg.

2023_Piave Net 2-2

Giacomo De Luca, presidente di Savno, fa sapere:

“Quest’anno il rifiuto portato via dal greto del Piave è stato più del doppio: se da una parte questo risultato riflette il grande impegno profuso dai partecipanti, dall’altra dimostra quanta strada ci sia ancora da fare per combattere l’inciviltà. Insieme a resti di picnic, mozziconi di sigaretta e bottiglie di plastica sono stati ritrovati addirittura un dolcificatore per l’acqua e un seggiolone da bambino”

Tra le ragioni che giustificano il risultato ottenuto ci sarebbe anche la siccità dell’ultimo periodo, che avrebbe permesso l’emergere di materiale precedentemente sommerso. Il numero uno di Savno, che ha partecipato alle operazioni di pulizia nell’area sud del Piave, ha ribadito:

“Il nostro obiettivo è arrivare a più persone possibili: per salvaguardare il patrimonio ambientale che ci circonda serve maggiore consapevolezza e impegno da parte di tutti, a partire dalle piccole azioni quotidiane”

Non mancano, comunque, i presupposti per guardare al futuro con fiducia. Roberto Campagna, presidente del Consiglio di Bacino di Sinistra Piave osserva:

“Ogni Comune ha partecipato all’iniziativa con grande entusiasmo, raccogliendo in media quasi 350 kg di rifiuti ciascuno. Ci diremo soddisfatti solamente quando le pesate rimarranno ferme a zero, ma nel frattempo la sensibilità dei cittadini sta crescendo. Lo abbiamo visto in occasione di Piave Net, ma lo vediamo tutti i giorni. Negli ultimi tempi, infatti, si è verificato un crescente interesse dei cittadini riguardo alle tematiche ambientali. Sono sempre più attivi anche in rete, impegnandosi per promuovere non solo le nostre iniziative, ma in generale tutto ciò che riguarda la tutela dell’ambiente”.

De Luca e Campagna hanno voluto ringraziare sentitamente ogni singolo volontario, grande e piccolo:

“Queste persone rappresentano un esempio straordinario di comunità attiva. Il nostro auspicio è che possano essere d’ispirazione per tutta la cittadinanza, nonché preziose alleate per aiutarci a promuovere l’importanza di tramandare alle future generazioni un territorio in salute”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

TrevisoToday è in caricamento