Savno servizi

Savno, la raccolta differenziata dalla A alla Z: 6 consigli e 10 regole

L’azienda per la raccolta e lo smaltimento di rifiuti in 44 Comuni della provincia trevigiana fornisce le istruzioni per diventare un "riciclatore perfetto"

Fare bene la raccolta differenziata è molto importante per il nostro futuro e per quello del nostro pianeta. Anche l’ecologista mosso dalle migliori intenzioni, però, spesso entra in crisi quando si tratta di mettere in pratica e fare la raccolta differenziata. Sono tanti i dubbi su dove devono essere conferiti i rifiuti.

Dove vanno, ad esempio, gli adesivi, l'albero di Natale sintetico, l'argilla espansa, i calcinacci, i test di gravidanza e le tessere sanitarie? Savno ha voluto chiarire tutti i possibili dubbi e sul proprio sito ha reso possibile una ricerca (la trovate a questo indirizzo) grazie alla quale è possibile sapere dove buttare ogni rifiuto, dalla A alla Z.

Savno, raccolta differenziata: i consigli

Savno, inoltre, sottolinea quanto sia importante la prevenzione. Bisogna scegliere tutti i giorni di iniziare a fare la differenziata. Una scelta a priori fatta in questo modo:

  • scegliendo prodotti con contenitori riciclabili e con meno strati di imballaggio;
  • evitando i prodotti “usa e getta”;
  • preferendo i prodotti riciclabili e utilizzabili più di una volta, non quelli monouso;
  • scegliendo bene le confezioni;
  • optando per la confezione “formato famiglia” che permettono di risparmiare, grazie a maggior prodotto e minor imballaggio.

Savno ricorda, ad esempio, che una bottiglia di vetro, prima di essere riciclata, può essere utilizzata più volte.

Dobbiamo sempre essere consapevoli di ciò che acquistiamo. In questo le sigle che si trovano sugli imballaggi possono essere di grande aiuto. Ci aiuteranno a capire ciò che compriamo e in questo modo saremo in grado di fare una buona raccolta differenziata.

Savno: le 10 regole del riciclatore perfetto

I piccoli gesti quotidiani e la collaborazione sono fondamentali per una corretta gestione dei rifiuti. Savno, attraverso 10 semplici regole, ha voluto dare alcune linee guida per favorire il riciclo dei rifiuti, la salvaguardia dell’ambiente, il rispetto e il decoro del territorio.

1) Differenziare bene

Il calendario Savno e i simboli presenti sugli imballaggi sono uno strumento che tutti devono conoscere per raggiungere l’obiettivo di partenza: differenziare bene. Questo è fondamentale perché lo smaltimento di rifiuti in contenitori non adatti comporta un maggior onere per la lavorazione dei materiali e rende vano quanto realizzato dagli altri cittadini.

2) I rifiuti devono essere smaltiti negli appositi contenitori

Per i rifiuti organici vanno utilizzati i sacchetti biodegradabili e compostabili, il materiale secco indifferenziato va inserito all’interno del contenitore in sacchetti chiusi, il vetro va conferito sfuso. Per conoscere come va conferito ogni tipo di rifiuto potete consultare la sezione ‘Dove lo butto’  sul sito Savno. Inoltre, se per qualche rifiuto non è prevista una specifica modalità di raccolta potete rivolgervi al Centro di Raccolta o agli uffici Savno per avere informazioni.

3) I sacchetti vanno conferiti la sera prima della raccolta

I contenitori/sacchetti vanno posti su suolo pubblico in corrispondenza della vostra abitazione/attività. I mezzi di raccolta sono operativi già dalle prime ore del mattino.

4) Ritirare il contenitore prima possibile

Una volta svuotato ritira il contenitore appena possibile e comunque entro la fine della giornata di raccolta: se lasciato su suolo pubblico potrebbe diventare un incentivo all’abbandono e creare disagi alla mobilità.

5) Non abbandonare e non bruciare i rifiuti

Se notate rifiuti abbandonati su aree pubbliche contattate l’Ufficio Vigilanza o l’Ecosportello e procedete con la segnalazione. Mantenere il decoro cittadino è un dovere: il vostro Comune è la vostra casa.

6) Non versare oli negli scarichi della fognatura

Se disperso nell’ambiente l’olio vegetale provoca una grave forma di inquinamento, ma se viene recuperato può essere trasformato in un nuovo prodotto (es. glicerina, biodiesel...). Conferitelo correttamente attraverso l’utilizzo degli appositi contenitori stradali dislocati nel territorio o presso il Centro di Raccolta.

7) Non esponete materiale all’esterno del contenitore o nei bidoni di altri

Se avete del materiale in eccedenza o se troppo voluminoso non dovete esporlo affianco al contenitore: conferitelo direttamente al Centro di Raccolta.

8) Non conferite i rifiuti prodotti nella vostra abitazione/attività all’interno dei cestini stradali Ricordatevi che i cestini devono essere utilizzati per rifiuti prodotti nel passeggio e aiutano a mantenere pulite strade e piazze.

9) Usufruite dei contenitori che vi sono stati forniti da Savno

10) Non danneggiate i contenitori per la raccolta dei rifiuti.

I bidoni per la raccolta “porta a porta” sono concessi in comodato d’uso e pertanto devono essere conservati con cura e restituiti puliti. Non conferite i vostri rifiuti al di fuori del vostro Comune di residenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Savno, la raccolta differenziata dalla A alla Z: 6 consigli e 10 regole

TrevisoToday è in caricamento