rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Savno servizi

Raccogliere i tappi di plastica per aiutare le persone più deboli: dove e a chi consegnarli

L'iniziativa solidale “Stappa la vita!” è promossa da Savno/Consiglio di Bacino e coinvolge le Associazioni “Lotta contro i Tumori Renzo e Pia Fiorot Onlus” e “A.N.F.F.A.S. Opitergino Mottense Onlus”. Nelle scuole i ragazzi imparano il valore di un piccolo gesto quotidiano

95.946 kg di tappi di plastica raccolti e 14.400 euro che sono stati interamente devoluti alle Onlus coinvolte per sostenere le loro attività solidali.

I numeri degli ultimi otto anni evidenziano molto bene il successo dell’iniziativa “Stappa la vita”, promossa da Savno, Consiglio di Bacino Sinistra Piave e CIT, insieme alle Associazioni “Lotta contro i Tumori Renzo e Pia Fiorot Onlus” e “A.N.F.F.A.S. Opitergino Mottense Onlus”.

Stappa la vita: gli obiettivi

 L'iniziativa "Stappa la vita", anche quest'anno, persegue alcuni macro-obiettivi:

1) Vuole incentivare la riduzione dei rifiuti attraverso la suddivisione della diversa qualità delle plastiche. La raccolta separata dei tappi evita nello specifico di lasciare gli stessi sulle bottiglie di plastica che non possono essere riciclati insieme: infatti, i tappi sono realizzati con PE (polietilene) mentre le bottiglie con PET (polietilene tereflatato). Il processo di riciclaggio è diverso per i due materiali;

2) Vuole sviluppare una coscienza attiva nei ragazzi e cittadini per raggiungere con successo non solo gli obiettivi primari di riciclo e riduzione dei rifiuti e conseguente risparmio delle materie prime ma anche per aiutare concretamente chi ne ha bisogno;

3) Vuole garantire il massimo ricavo economico alle Associazioni affinché possano portare avanti le proprie attività di aiuto e di sostegno sul territorio.

Stappa la vita: cosa si raccoglie

Per "Stappa la vita" vengono raccolti tappi in plastica marchiati PE 02 e PP 05, una plastica pregiata utilizzata per realizzare panchine, oggetti di  arredamento urbano e casalingo di pregio e di valore, vasi per fiori, cassette per la frutta. Servono tappi come:

  • tappi delle bottiglie di acqua e bibite;
  • tappi dei succhi di frutta in plastica;
  • tappi delle confezioni tetra pack e vino;
  • tappi dei detersivi;
  • tappi dei barattoli (caffè, nutella, ecc.);
  • tappi dei dentifrici;
  • tappi delle bombolette;
  • contenitori dei giochini degli ovetti di cioccolata (esempio Kinder).

Stappa la vita: le Onlus

I fondi raccolti, a favore di chi è meno fortunato, sostengono le attività delle Onlus coinvolte in questa iniziativa che si occupano anche, attraverso la propria rete di volontari, della raccolta di tappi in plastica nell'area di propria competenza.

1) Anffas Opitergino Mottense Onlus 

L’Associazione opera nel territorio Opitergino - Mottense e partecipa al Coordinamento Provinciale Associazioni Handicappati della Provincia di Treviso. Fornisce alle famiglie sostegno e consulenza per cogliere le opportunità della legislazione vigente in collaborazione con la Coop. PICOS di Treviso.

L’A.N.F.F.A.S Opitergino Mottense Onlus gestisce l’area sud del Bacino che comprende i Comuni di Meduna di Livenza, Gorgo al Monticano, Motta di Livenza, Cessalto, Chiarano, Salgareda, Ponte di Piave, Cimadolmo, San Polo di Piave, Fontanelle, Mansuè, Portobuffolè, Ormelle, Oderzo, Vidor.

2) Lotta contro i tumori Renzo e Pia Fiorot Onlus

L’Associazione Lotta Contro i Tumori Renzo e Pia  Fiorot Onlus, (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità  Sociale) nasce a San Fior nel 1984 con lo scopo di  promuovere iniziative sia nel campo della prevenzione  che nell’assistenza domiciliare al malato oncologico. Da 35 anni essa sostiene i malati oncologici e i loro famigliari, nella convinzione che tutti possano contribuire a far stare meglio l’altro.

L’Associazione Lotta contro i tumori Renzo e Pia Fiorot gestisce la fascia nord del Bacino che comprende i Comuni di Segusino, Valdobbiadene, Miane, Farra di Soligo, Moriago della Battaglia, Sernaglia della Battaglia, Pieve di Soligo, Follina, Cison di Valmarino, Revine, Tarzo, Refrontolo, San Pietro di Feletto, Vittorio Veneto, Conegliano, Fregona, Sarmede, Cappella Maggiore, Colle Umberto, Cordignano, San Fior, Godega di Sant’Urbano, Orsago, Codognè, Gaiarine, San Vendemiano, Santa Lucia di Piave, Mareno di Piave, Vazzola.

Stappa la vita: dove si possono portare i tappi

Il progetto "Stappa la vita” si rivolge principalmente alle scuole, dato che sono un luogo dove i ragazzi fin da piccoli possono imparare il valore di un piccolo gesto quotidiano.

I volontari delle associazioni hanno dotato gli istituti che hanno  dato la propria disponibilità di appositi bidoni, sacchetti  e materiale informativo per la promozione della raccolta.

I tappi vengono raccolti anche in palestre, in associazioni sportive e alle sagre paesane. Gli stessi volontari si occupano anche dello svuotamento dei contenitori in luoghi stabiliti, mentre consiglio di Bacino/Savno si occupano del trasporto e della vendita del materiale.

Ogni singola persona, grazie al riciclo dei materiali, riesce a aiutare tante persone. Basta davvero un piccolo gesto per questa grande causa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccogliere i tappi di plastica per aiutare le persone più deboli: dove e a chi consegnarli

TrevisoToday è in caricamento