publisher partner
Savno servizi

Bidoncini dell'umido distrutti dalla grandine: quasi 1.500 sostituzioni in pochi giorni

Le richieste hanno riguardato in particolare gli utenti di Colle Umberto, Cordignano, Godega di Sant’Urbano, Orsago, Pieve di Soligo, San Fior, San Pietro di Feletto e Tarzo. In piena emergenza, per rispondere alle esigenze dei cittadini, sono stati potenziati anche i servizi di ricezione dei materiali presso i Centri di raccolta. Spazzatrici al lavoro quasi tutti i giorni.

Giornate intense, quelle appena trascorse, per gli ecosportelli di Savno. Sono stati quasi 1.500, infatti, i nuovi contenitori per la raccolta del rifiuto umido consegnati agli utenti della Sinistra Piave in sostituzione dei precedenti, danneggiati dalla grandine e dei fortunali degli scorsi giorni. Le richieste hanno riguardato i residenti dei Comuni più colpiti dal maltempo, in particolare Colle Umberto, Cordignano, Godega di Sant’Urbano, Orsago, Pieve di Soligo, San Fior, San Pietro di Feletto e Tarzo.

2-54

Ad Orsago, ad esempio, dove gli uffici sono aperti solo una volta a settimana, si è arrivati a distribuire ben 200 bidoncini destinati al rifiuto organico in un solo giorno. A Pieve di Soligo addirittura 300. Generalmente risparmiati dalla furia del maltempo, invece, i bidoni della raccolta più grandi e di conseguenza più resistenti, come carta e rifiuto secco, nonostante, anche in questo caso, non siano mancate le segnalazioni di danneggiamenti.

Il presidente Giacomo De Luca fa sapere:

“Le spazzatrici di Savno sono uscite quasi tutti i giorni per pulire le strade dei Comuni colpiti. Nei momenti più critici di questa emergenza, inoltre, i nostri ecocentri hanno accettato quantitativi di materiale superiori ai limiti previsti dal regolamento. Il nostro personale, da chi è stato impegnato sul campo agli operatori allo sportello, ha cercato di andare incontro alle esigenze di tutti gli utenti: i disagi dei cittadini, alle prese con la conta dei danni, sono stati parecchi, e i nostri operatori hanno cercato, per quanto possibile di alleviarli, dimostrando grande sensibilità. Colgo l’occasione per ringraziarli uno ad uno”.

1-76

“La nostra azienda ha ragione d’essere solamente all’interno del territorio: siamo parte della comunità, la crescita di Savno dipende dal suo sviluppo e il sostegno ai cittadini è la naturale conseguenza del nostro impegno.  Sono orgoglioso del lavoro svolto in questi giorni: speriamo, nel nostro piccolo, di aver dato un po’ di sollievo a chi ne aveva più bisogno”.

Sottolinea ancora De Luca.

Nei giorni passati non sono mancate, inoltre, le telefonate agli uffici per richiedere smaltimento di coperture in amianto distrutte a causa della grandine. Savno ricorda che per usufruire del servizio, al posto dello sportello, è necessario contattare l’ufficio Raccolta Amianto al numero +39 0438 1711004 , tramite e-mail all’indirizzo savno.amianto@savnoservizi.it, oppure recandosi allo sportello Savno di via Maggior Piovesana 158/A, a Conegliano, dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 12:30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

TrevisoToday è in caricamento